Formula 1Gran Premio Toscana

Ferrari gareggerà al Mugello con livrea rinnovata

La Scuderia del Cavallino presenterà al Gran Premio di Toscana le due monoposto modificate nella scocca

Ferrari disputerà il suo millesimo Gran Premio con una livrea diversa, per onorare il debutto del team in Formula 1, avvenuto settant’anni fa

Meno di sette giorni e le monoposto ricominceranno a darsi battaglia in pista. Questa volta, al Mugello. Tappa inedita per il Circus, ma che, di certo, non sarà meno emozionante delle altre. Il Gran Premio di Toscana, inoltre, sarà un appuntamento di particolare importanza per la Ferrari. Sarà proprio con questa gara che la Scuderia di Maranello disputerà il suo millesimo Gran Premio nella Classe Regina del Motorsport. Pezzo forte? La livrea rinnovata.

Proprio per l’occasione, le due Ferrari SF1000 guidate da Sebastian Vettel e Charles Leclerc saranno dipinte con una tonalità di rosso più scuro per il weekend di gara. Colori in linea con il design utilizzato dalla Ferrari settant’anni fa, nel 1950. È un vero e proprio ritorno al passato, destinato ad onorare il debutto nel Campionato del Mondo di Formula 1 della Ferrari al Gran Premio di Monaco del 1950. Gara d’esordio che andò molto bene, con Alberto Ascari che piazzò la sua Rossa al secondo posto. 

LA FERRARI VUOLE RIALZARSI

La squadra arriverà al Mugello desiderosa di riprendersi da un difficile Gran Premio d’Italia a Monza, che ha visto il doppio ritiro sia Vettel che di Leclerc nella prima metà della gara. Il team principal di Ferrari, Mattia Binotto è consapevole delle difficoltà della Rossa: “Già le qualifiche sono state molto difficili. Però non finire la gara è stato anche peggio, soprattutto con il problema di affidabilità della monoposto di Vettel”.

Dobbiamo voltare pagina e guardare avanti per assicurarci che questa sia tutta una lezione appresa per noi. Bisogna guardare al futuro. Questa settimana abbiamo il Mugello che è un appuntamento importante, il millesimo Gran Premio. Cercheremo di essere il più pronti possibile per il fine settimana”, conclude Binotto, fiducioso in una ripresa positiva della squadra. 

Insomma, un passato glorioso, lungo mille Gran Premi, che sembra stridere con un presente pallido e denso di difficoltà per uno dei marchi storici della Formula 1. E chissà se nel weekend del Mugello rivedremo quel lampo rosso sfrecciare in pista, con una livrea rinnovata, e, magari, anche una rinnovata voglia di tornare a combattere. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio