2019Formula 1Gran Premio UngheriaTecnica e Circuiti

Ferrari all’attacco: novità aerodinamiche in Ungheria

Il team di Maranello continua a lavorare: l’obiettivo è centrare la prima vittoria dell’anno

Topics

La Ferrari introdurrà alcune novità aerodinamiche nella parte centrale della sua monoposto in occasione del Gran Premio d’Ungheria.

La scuderia di Maranello punta a stare davanti alla Red Bull e mostrare segni di miglioramento prima della pausa estiva, per poi puntare in alto nella seconda metà della stagione. Secondo quanto riportato da Motorsport.com, il team italiano cercherà la sua prima vittoria dell’anno portando in pista un aggiornamento aerodinamico nella zona delle pance.

Queste sono soluzioni che sono state validate dopo un attento studio effettuate in galleria del vento. In Ferrari hanno scelto di introdurre gradualmente ogni evoluzione, portando in pista solo ciò che può realmente garantire un guadagno in termini di tempo suo giro.

I tecnici Ferrari hanno deciso di concentrare il loro lavoro sul funzionamento delle gomme invece di concentrarsi solo sul carico aerodinamico della vettura. Questo compito ha dato i suoi frutti fino nelle prove di Hockenheim, alla disastrosa sessione di qualifiche di sabato.

In Germania i tecnici del Cavallibo hanno apportato una piccola modifica alle sospensioni anteriori che hanno permesso di abbassare la parte anteriore della vettura di cinque millimetri, il che ha dato loro una maggiore aderenza nelle curve lente e ha reso la SF90 più competitiva del previsto. Mattia Binotto ritiene che una buona prestazione a Budapest possa essere un punto di svolta per la seconda metà della stagione, dopo essere andati in Germania senza cambiamenti visibili sulla vettura.

Oltre agli aggiornamenti pianificati per l’Ungheria, la Ferrari sta lavorando a lungo per risolvere i problemi di affidabilità che hanno interessato Sebastian Vettel e Charles Leclerc nelle qualifiche di Hockenheim.

La Ferrari non ha mollato la presa per pensare solo alla prossima stagione: il team continua a lavorare per ridurre la distanza con la Mercedes quest’anno.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button