È morto David Robertson, scopritore di Raikkonen e Button

Con il mondo della Formula 1 che deve ancora metabolizzare la scomparsa di John Button, decesso a causa di un infarto, il Circus si è svegliato con un’altra notizia negativa. All’età di settant’anni ci ha lasciato David Robertson, manager storico di Kimi Raikkonen, morto dopo una lunga malattia. L’inglese, insieme al figlio Steve, aveva iniziato la sua attività di scopritore di talenti riuscendo a portare in Formula 1 Jenson Button, nel 2000, quando debuttò con la Williams. Robertson, che mise sotto contratto Iceman ai tempi della Formula Renault, ha seguito Raikkonen fino a pochissimi mesi fa, ossia fino al momento in cui scoprì di essere affetto da un brutto male.

Ma come annunciato prima, oltre a quello di Raikkonen, la Formula 1 deve all’inglese anche il debutto di Jenson Button che nel 2009, riuscì a laurearsi campione del mondo con la Brawn GP.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.