Curiosità dalla F1Formula 1

Due Ferrari nelle prime tre posizioni al primo appuntamento mondiale. Quando l’ultima volta?

Erano anni che non si vedevano due Rosse qualificate nelle prime tre posizioni alla prima qualifica della stagione

Le qualifiche in Bahrain si sono rivelate molto positive per Scuderia Ferrari

Questo sabato pomeriggio ha visto protagoniste le due Rosse di Maranello di Charles Leclerc e Carlos Sainz. Il monegasco ha conquistato la pole position, prevaricando sul Campione del Mondo in carica Max Verstappen. Lo spagnolo Sainz, invece, si è piazzato al terzo posto, subito dietro l’olandese volante. Due Ferrari nelle prime tre posizioni: il GP del Bahrain che prenderà il via tra poche ore sarà imperdibile per appassionati e tifosi della scuderia del Cavallino Rampante.

Ma quando è stata l’ultima volta? Due Ferrari nelle prime tre posizioni alla prima gara del mondiale le abbiamo viste per l’ultima volta nel 2018. Quell’anno, alla prima gara della stagione in Australia, le due monoposto di Scuderia Ferrari si piazzarono al secondo e al terzo posto. Raikkonen conquistò la seconda casella, seguito dal compagno di squadra Vettel che partì dalla terza piazza.

Come andò la gara?

Si sa, anche se generalmente la pole conferisce un buon vantaggio in partenza, i punti, quelli che contano, si conquistano in gara. Nel 2018, la gara australiana delle due Ferrari andò molto bene: anche nel Gran Premio entrambe le Ferrari conclusero nelle prime tre posizioni, con Vettel vincitore e Raikkonen sul terzo gradino del podio.

Le due Ferrari in prima fila: un po’ di date

La Rossa di Maranello, in questi ultimi due anni, non è stata molto performante. Per vedere non una, ma ben due Ferrari in prima fila serve tornare indietro di un po’ di anni. Al GP del Bahrain 2018 e al GP del Messico 2019. Nel GP del Bahrain 2018, Vettel conquistò la pole position seguito dal compagno di squadra Raikkonen, dando la prima fila al monopolio Ferrari. Nel GP del Messico 2019, la prima fila Ferrari venne decretata dalla penalità di Verstappen: retrocesso di 3 posizioni, ha permesso a Leclerc di conquistare la pole position, seguito dal compagno Vettel. 

Nel 2018 il GP del Bahrain fu di buon auspicio per Ferrari, Gran Premio che vide Vettel sul gradino più alto del podio. Nel 2019 in Messico, invece, la vittoria andò al britannico Lewis Hamilton, di Mercedes. Ma Ferrari era sempre lì, con Vettel che concluse al secondo posto e Leclerc al quarto. 

Dopo tre anni, la Rossa di Maranello sembra essere molto competitiva. Dalle qualifiche odierne è emersa una monoposto ruggente, brillante e veloce. Ma, come abbiamo già scritto, i risultati che contano si conquistano in gara. Questo pomeriggio, dopo diverso tempo, vedremo due Rosse pronte a combattere per la vittoria. La visiera si abbassa, l’adrenalina sale: il verdetto finale arriverà solo alla bandiera a scacchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio