Dieter Zetsche: «In Mercedes, ordini di scuderia solo se necessari»

Nonostante la Formula 1 stia affrontando la pausa estiva, continua a tenere banco l’ordine dato dalla Mercedes a Lewis Hamilton al GP di Ungheria. Dopo le varie botte e risposte dei vari protagonisti della faccenda, a prendere parola è Dieter Zetsche, CEO della Daimler, che ha sottolineato come, a differenza di quanto suggerito da Toto Wolff, gli ordini di scuderia saranno dati solo se strettamente necessario. L’obiettivo di Zetsche è quello di non interferire nella battaglia che potrebbe scatenarsi tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Raggiunto dal Bild am Sonntag, il CEO della Daimler, ha preso una posizione netta.

«A Budapest non c’era alcuna situazione di emergenza. I due non erano veramente in lotta o non stavano rischiando di buttarsi fuori, motivo per il quale posso ben capire Hamilton ha preferito non rallentare per lasciar passare Nico». Il muretto interverrà, quindi, solo nel caso di vere situazioni di emergenza: «È solamente il talento dei piloti quello che deciderà chi, tra i nostri piloti, sarà il campione del mondo», ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.