DichiarazioniFormula 1

Covid-19, la Red Bull chiude il 27 marzo

“Le date potrebbero essere variabili”, dice la scuderia di Mylton Keynes

La decisione della Federazione è stata accolta all’unanimità dai team

In un comunicato, la Red Bull appoggia la decisione della FIA di anticipare la pausa estiva ai mesi di marzo e aprile.

“A causa della crescente pandemia di COVID-19, Aston Martin Red Bull Racing sostiene la decisione presa dalla Formula 1 e dalla FIA di spostare la sospensione annuale da agosto ai mesi di marzo e aprile nel 2020 e di prorogarla a 21 giorni. Come squadra, al momento prevediamo di chiudere il 27 marzo per un periodo di tre settimane. Tuttavia, a causa della natura mutevole dell’epidemia, in questo momento potrebbe esserci una certa flessibilità”.

“Anche se tutti vogliamo competere di nuovo, la gravità di questa pandemia globale cambia da un momento all’altro con impatti trascendenti sul nostro sport. Per questo motivo, concordiamo con le misure che sono state attuate per ridurre al minimo il rischio di trasmissione e supporteremo eventuali rinvii necessari in futuro”.

“La salute, la sicurezza e il benessere del nostro team, dei nostri fan e dei nostri clienti sono le nostre massime priorità e stiamo prendendo tutte le precauzioni necessarie per mitigare la diffusione del virus. Inoltre, prenderemo ulteriori precauzioni per proteggere i nostri lavoratori mentre sono in fabbrica e implementeranno misure speciali di lavoro indicate dal governo del Regno Unito”, conclude la nota del team.

Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 28 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Istruttore di scuola guida nella vita, appassionato fin da piccolo di Formula 1 e del motorsport a 360 °.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button