Analisi della redazioneFormula 1

Corsa ai ripari per l’Aston Martin? Szafnauer minaccia la FIA

Il team principal della scuderia inglese è pronto a procedere per vie legali, se non sarà rivisto il nuovo regolamento valido per la stagione 2021

Il team principal della scuderia inglese è pronto a procedere per vie legali se non sarà rivisto il nuovo regolamento valido per la stagione 2021

Non si è ancora disputata la seconda gara della stagione, eppure non mancano le polemiche: Szafnauer minaccia la FIA. Avranno sbagliato a fare i calcoli per il 2021 in casa Aston Martin. A dicembre 2020 la scuderia di proprietà di Lawrence Stroll era infatti tra le favorite per la stagione successiva, con chi addirittura credeva che avrebbe potuto punzecchiare la Red Bull. Ritroviamo in pista una nuova aggressivissima McLaren spinta dal motore Mercedes e una Ferrari che, seppur a fatica, si avvicina alla battaglia per il terzo posto. E in un anno dove il gap fra tutti gli altri team si riduce ancora e ancora, l’Aston Martin non sembra più essere quella a brillare sotto ai riflettori.

Deve essersene reso conto Otmar Szafnauer, che già al termine del GP del Bahrain affermò che il suo team aveva molto da lavorare. Ciò per riuscire a risolvere i problemi riscontrati e dovuti, a suo dire, dal nuovo regolamento. Quest’ultimo penalizzerebbe le monoposto con un basso rake (Mercedes e, appunto, Aston Martin). Recentemente però è tornato all’attacco con un tono molto più polemico e minaccioso. Infatti se non si troverà un accordo con la FIA non esclude di procedere per vie legali. Una battaglia, tra l’altro, in cui si ritroverebbe solo. Infatti l’altra e unica diretta interessata, la scuderia tedesca, non sembrerebbe avere nessuna intenzione di mettere in discussione il nuovo regolamento.

SZAFNAUER MINACCIA LA FIA: SARA’ LA MOSSA GIUSTA?

E come potrebbe, d’altronde, dal momento che Lewis Hamilton si è già aggiudicato la prima vittoria di stagione? Oltre al fatto che la monoposto continua a essere quella dominante sul circuito? Per di più l’Aston Martin non si è mai lamentata apertamente del nuovo regolamento, se non dopo le evidenti difficoltà in pista. Avranno forse peccato di troppa fiducia durante la bella stagione disputata lo scorso anno. Si parla di un problema di regolamento, dunque, o di un mancato sviluppo tecnico? La battaglia di Szafnauer non sembrerebbe altro che un debole tentativo per compensare, seguendo vie trasverse, evidenti problemi.

Quest’ultimi derivati da una pausa invernale non troppo produttiva per la nuova Aston Martin. Richiedere la revisione del regolamento, con un campionato appena agli inizi, e tra l’altro senza il supporto di alcun team, sarebbe solo una mossa patetica e ingenua. Soprattutto ricordando che dal 2022 ci sarà un nuovo regolamento totalmente rivisto, e che quindi quello del 2021 avrebbe durata di un solo anno. Troppo poco per urlare subito alla cospirazione. Sarebbe più saggio per l’Aston Martin iniziare a mettersi al lavoro e portare per i prossimi gran premi nuovi aggiornamenti in pista.

Alessia Verde

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.