DichiarazioniFormula 1Gran Premio Bahrain

GP Bahrain, Hamilton: “Qualcosa di speciale per vincere”

Il sette volte campione del mondo ha espresso orgoglio e felicità per la vittoria conquistata in Bahrain davanti alla Red Bull dell’olandese

Lewis Hamilton non ha nascosto tutte le difficoltà avute nel vincere il primo GP della stagione, e, ovviamente, nel riuscire a tener dietro Max Verstappen

Contro tutti i pronostici è Lewis Hamilton a vincere il GP del Bahrain. Il britannico la spunta sulla Red Bull di Max Verstappen, dopo una dura lotta andata avanti per tutti i cinquantasei giri disponibili. Particolarmente frenetici sono stati soprattutto gli ultimi dieci giri. Al termine della gara, straripante la soddisfazione e la gioia del sette volte campione del mondo – e non solo – espressi in team radio per aver portato a casa la vittoria numero novantasei.

“CE LA SIAMO GIOCATA BENE”

È stata una gara davvero difficile. Dall’inizio sapevamo che lo sarebbe stata, che ci sarebbe voluto qualcosa di speciale. Max ha fatto davvero un ottimo lavoro, è stato veloce per tutto il weekend. Era da tempo che non correvo una gara così dura. Abbiamo sofferto (…). È stato complicato, ma alla fine ce la siamo giocata bene. Sono riuscito appena a tenerlo dietro“, le parole di Hamilton alle interviste sotto al podio.

Continuando dicendo: “Ho cercato di tirare fuori il massimo potenziale della vettura. Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro [ndr. dai test a oggi] nel tentativo di avvicinarci alle Red Bull. Sono grato a tutti le ragazze e i ragazzi in fabbrica perché continuano a spingere oltre il limite, non mollano. Anche quando pensiamo di esser dietro. Il tempismo è tutto e oggi lo abbiamo avuto. È stato un gran sollievo, pensavamo di essere dietro di sei o otto decimi nei test. Sono molto fiero di vedere tutti questi sorrisi “.

Anche successivamente ha ribadito questo concetto a Sky Sports: “Siamo arrivati qui pensando di essere dietro, pensando che sarebbe stato un inizio complicato. In gara è stato difficile rimanere concentrato e consistente senza fare errori. Penso che se non si fanno errori, si avranno poi più probabilità di vincere la gara. La pressione è stata immensa. Lui è un pilota fantastico che ha tra le mani la monoposto migliore. E tenerlo dietro, con lui che aveva gomme fresche, è stato faticoso“.

Abbiamo avuto grandi battaglie in passato. E questa non è la fine. Torneranno con il dente avvelenato nella prossima gara, e noi dobbiamo continuare a lavorare. Spero che i fan si godano queste battaglie, perché io lo faccio”, ha concluso il britannico.

 

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.