DichiarazioniFormula 1

Codemasters: “Vorremmo più piloti nei Gran Premi virtuali”

Gli sviluppatori del videogioco ufficiale della Formula 1 hanno suggerito ai driver di concedersi qualche gara nel campionato virtuale che è stato organizzato in assenza di competizioni vere e proprie

Per far fronte alla mancata presenza sui circuiti mondiali, la Formula 1 ha ben pensato di organizzare dei Gran Premi virtuali, a cui sono invitati a partecipare tutti i piloti dei team

Non si può certo dire che seguire una gara online renda le stesse emozioni di un vero e proprio Gran Premio, figuriamoci guidarlo. Tuttavia, gli sviluppatori dei videogiochi di Formula 1 sono bene contenti di poter organizzare delle care virtuali,  per regalare quanto meno delle domeniche alternative a tutti gli appassionati. Codemasters, però, non riesce a ottenere l’attenzione dei veri driver. Durante il primo Gran Premio ufficiale, infatti, solo Lando Norris e Nicholas Latifi avevano accettato di partecipare.

Ora che però toccherebbe al Gran Premio del Vietnam, Codemasters avrebbe piacere di vedere più piloti sulla griglia di partenza online. Già dalla prima andata in scena la cosa non aveva riscosso particolare successo tra i big, ma in linea di massima potrebbe comunque trattarsi di un’alternativa divertente da prendere in considerazione.

MA PERCHÈ I PILOTI SONO RESTII NEI CONFRONTI DEL GIOCO?

Sembrerebbe che a ostacolare la virtuale partecipazione dei piloti reali sia la mancata esperienza relativa al videogioco. Gran parte della griglia di partenza, infatti, sarebbe composta da driver che non sono soliti utilizzare il gioco ufficiale della Formula 1, il che implicherebbe una minor dimestichezza rispetto per esempio ai giocatori degli eSports. Una scusa un po’ traballante, tenendo conto che si tratta comunque di circuiti molto noti e che partecipare potrebbe essere. Un buon modo per allenarsi, dato la mancata possibilità di lavorare al simulatore.

Tuttavia, anche se i piloti si sono mostrati restii nei confronti di queste gare virtuali, il direttore di Codemasters Paul Jeal spera di poter vedere maggior partecipazione da questa domenica in avanti:  Sarà qualcosa che molto probabilmente avverrà nel tempo, però mi farebbe piacere vedere qualche pilota di Formula 1 in più durante la gara di questo weekend.  È una nostra ambizione”.

CODEMASTERS CORTEGGIA VERSTAPPEN

Una delle personalità più attese sulle piste virtuali è proprio quella dell’olandese Max Verstappen.  Il pilota della Red Bull ha ammesso di non essere un abitudinario giocatore del videogioco e di aver pensato a una sua eventuale partecipazione, ma di aver sempre rifiutato per una mancanza di interesse effettivo.

Per Codemasters, però, la speranza è l’ultima a morire. Nonostante siano tutti sicuri di non vederlo già a partire da questa domenica, incrociano le dita affinché Verstappen cambi idea e si unisca presto al resto della griglia di partenza. Lo stesso Jeal ha lodato l’olandese consapevole della sua esperienza in questo tipo di competizioni, esortandolo a pensarci su in vista delle prossime gare.

So che Max prende molto sul serio le gare di iRacing e rFactor, come quelle che corre con il team Redline. Corre in campionati virtuali e vuole dominare. Credo anche che sia consapevole che i piloti di eSports partecipano alla nostra gara e che non voglia correre nel retro della classifica. Non vogliamo che gli eGamer li distruggano. Come fan di Verstappen, non vogliono vederlo correre ed essere sedicesimo…ma spero che con il tempo possa cambiare idea”.

Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button