Gran Premio Monaco

Chiuso il caso Rivola: il DS è tornato operativo in Ferrari

GP GERMANIA F1/2012

Il caso che ha visto protagonista Massimo Rivola è costretto a sgonfiarsi. Il Direttore Sportivo del Cavallino Rampante non era presente sul muretto della Ferrari a Barcellona, in occasione della prima gara europea della stagione 2015 di Formula 1. Quando filtrò la notizia che il team di Maranello viaggiò in direzione del Montmelò senza Massimo Rivola, i media italiani hanno iniziato e ipotizzare, prima il licenziamento, e poi un periodo di sospensione temporanea per il dirigente faentino. Proprio in occasione della gara di Barcellona, un portavoce della Ferrari ha provato a smentire le illazioni ma senza convincimento e soprattutto, senza comunicati ufficiali.

Poi l’ennesimo colpo di scena: il direttore sportivo della Rossa sarà regolarmente al suo posto, sul muretto del Cavallino Rampante, in occasione del Gran Premio di Monaco, sesto appuntamento del Mondiale. L’indiscrezione, questa volta, è stata rilanciata dai colleghi de La Gazzetta dello Sport, che hanno sottolineato come il manager 44enne si sarebbe preso un periodo di ferie retribuito nei giorni in cui si è svolto il Gran Premio di Spagna: «Massimo aveva bisogno di una settimana di riposa e gliela abbiamo concessa», ha commentato, quasi a voler chiudere definitivamente la faccenda, il Team Principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene.

Massimo Rivola, classe 1971, nato a Faenza, ha iniziato a lavorare nel mondo delle corse nel 1998, in Minardi, nell’Ufficio Marketing. Nel 2005 ne diventa il Direttore Sportivo e Team Manager prima di passare, nel 2006, in Toro Rosso e nel 2009, in Ferrari.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close