DichiarazioniFormula 1

Brundle: “Vettel performa meno di Perez”

L’ex pilota di Formula 1 pensa che il tedesco dovrebbe migliorare le proprie performance per evitare confronti negativi con Perez

Secondo Martin Brundle, Vettel dovrebbe migliore i propri risultati in pista per evitare confronti negativi con Perez.

Al termine della stagione 2020 Sebastian Vettel non correrà più per la Scuderia Ferrari, diventando a tutti gli effetti pilota Aston Martin. Il tedesco disputerà il mondiale 2021 al fianco di Lance Stroll, prendendo il posto di Sergio Perez. L’ex pilota di Formula 1, Martin Brundle, ha recentemente incoraggiato il 33enne a migliorare le proprie performance in pista per evitare un confronto negativo con il messicano. Infatti, non è un periodo semplice per Vettel, che si trova a guidare da separato in casa una monoposto nata male. In 12 gare ha raccolto 18 punti, 57 in meno rispetto a quelli ottenuti dal suo compagno di squadra e 56 lunghezze rispetto a Perez.

Leclerc è stato eccezionale con la Ferrari portando a casa un quarto posto, anche se distaccato 65 secondi da Hamilton. La Ferrari sta riguadagnando terreno anche se Seb è riuscito ad ottenere solo un decimo posto ed è stato doppiato. Ora Vettel deve fare il conto alla rovescia per cambiare team, ma dovrà migliorare i propri risultati  ed evitare lo sfavorevole confronto con Perez, che andrà a sostituire”, ha così commentato Brundle nella sua rubrica su Sky Sport.

“L’ASTON MARTIN DOVREBBE ADATTARSI MEGLIO A LUI”

Tuttavia, è bene ricordare che la SF1000 è stata sviluppata e più adattata allo stile di guida di Leclerc, ormai pilota di punta del team. Infatti, Vettel sembra faticare a guidare la sua monoposto anche dopo aver adattato il set up migliore. Ciò è stato sottolineato dal tedesco stesso, che ha ammesso di trovarsi in difficoltà, e da Jacques Villeneuve.

Dopo il GP del Portogallo, il pilota canadese ha spiegato: “La sua guida è molto diversa da quella di Leclerc. E’ Leclerc che ha indirizzato lo sviluppo della macchina, perché sarà lui il pilota futuro. Più si va avanti e meno la vettura sarà guidabile per Vettel. Anche se si inventa un assetto, non riesce a spingere al limite. Al momento la macchina va al limite di Vettel, non al limite del potenziale della monoposto”. Brundle questo lo sa bene e crede che l’anno prossimo la situazione possa migliorare; infatti ha così concluso: “La vettura Racing Point/Aston Martin dovrebbe adattarsi di più a lui”.

Seguici anche su Instagram!

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.