DichiarazioniFormula 1

Brown: “Se sarà possibile, la stagione inizierà in estate”

Il CEO della Mclaren ha affermato in un video condiviso sui social che la stagione di Formula 1 potrebbe iniziare quest’estate

Zak Brown, CEO della Mclaren, ha condiviso sui social un messaggio di supporto e vicinanza a tutti coloro che sono in difficoltà a causa dell’epidemia di Coronavirus. Brown ha sottolineato come la salute di tutti in questo momento sia la cosa più importante, ma ha comunque dichiarato che lui come tutti gli altri team di Formula 1 sperano che in estate la stagione possa iniziare.

Ciao a tutti, fan della McLaren, appassionati di corse da tutto il mondo“, dice Zak Brown nel video in questione. “Volevo cogliere l’occasione per raccontarvi cosa sta succedendo alla McLaren, alla Formula 1 e all’IndyCar, quando siamo al nono giorno di isolamento“.

Siamo tornati dall’Australia, che è stata una situazione molto deludente per tutti noi. Soprattutto in termini di salute del nostro team, dei fan e tutti coloro che ci supportano, che è molto più importante di una gara, che si può correre un’altra volta“.

La FIA e la Formula 1 stanno lavorando duramente per trovare un posto sicuro per iniziare a correre e anche per recuperare quante più gare possibili dal calendario 2020. Se il mondo lo consente, la stagione inizierà in estate e se iniziamo in estate ci sarà ancora molto da correre, quindi speriamo che molte delle gare possano essere recuperate“.

LA SALUTE AL PRIMO POSTO

Zak Brown si augura dunque che per l’inizio dell’estate il mondiale di Formula 1 possa iniziare, e che molte delle gare per ora rinviate possano effettivamente venire recuperate.

A tutti mancano le gare e quando torneremo, lo apprezzeremo molto di più“, ha proseguito Brown. “La cosa più importante in questo momento è la sicurezza di tutti voi e anche di tutti noi, anche dei nostri team di Formula 1 e IndyCar. In questo tipo di situazioni, è sempre difficile proteggere il tuo team e proteggere anche il tuo business“.

Infine una battuta finale sugli eSport, che in questo momento stanno cercando di sostituire al meglio i veri Gran Premi: “In questo momento, gli eSport sono diventati molto popolari ed entusiasmano molto i fan della Formula 1. Non metteremo da parte la nostra attività sui social network e continueremo a comunicare con voi. Ora la cosa più importante è che tutti restiamo in salute e ascoltiamo i nostri governi . Supereremo tutto questo insieme“.

Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button