DichiarazioniFormula 1

Brawn: “Non possiamo correre se un team non può viaggiare”

L’ex uomo Ferrari parla dell’emergenza Coronavirus e di cosa accadrebbe se un team con base in Italia non potesse viaggiare

Bahrain e Vietnam hanno posto pesanti restrizioni a chi arriva dall’Italia, ma Liberty Media rassicura che in assenza anche di un solo team le gare non si svolgeranno

L’amministratore delegato della Formula 1 Ross Brawn ha affermato che il Circus non può organizzare una gara del campionato mondiale se a una squadra viene negato l’ingresso nel paese ospitante a causa delle restrizioni dovute al diffondersi del Coronavirus.

TEAM CON BASE IN ITALIA A RISCHIO

Le recenti restrizioni poste a chi arriva dall’Italia hanno preoccupato i team Ferrari e Alpha Tauri e il fornitore di pneumatici Pirelli.

Bahrain e  Vietnam, che spera di poter svolgere il suo Grand Prix inaugurale ad Hanoi il 5 aprile, hanno messo in atto una quarantena di quattordici giorni per tutti i viaggiatori provenienti dall’Italia che cercano di entrare nel Paese.

INTERVIENE BRAWN

“Se a una squadra viene impedito di entrare in un Paese, non possiamo svolgere la gara. Non una gara di campionato mondiale di Formula 1, comunque, perché sarebbe ingiusto, ha dichiarato Ross Brawn all’agenzia Reuters.

“Ovviamente se una squadra fa la propria scelta di non andare a una gara, questa è una loro decisione. Ma quando a una squadra viene impedito di partecipare a una gara a causa di una decisione del Paese, è difficile avere una competizione leale”, ha concluso.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 28 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Istruttore di scuola guida nella vita, appassionato fin da piccolo di Formula 1 e del motorsport a 360 °.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close