Formula 1

Bratches saluta la Formula 1 a fine 2019

Il Direttore Commerciale tedesco del circus ha annunnciato il suo addio al mondo dell’alta velocità, preannunciando un cambiamento rivoluzionario all’assetto di Liberty Media

Le voci erano emerse a inizio settembre, ma solo nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità dell’addio.

Amministratore delegato delle operazioni commerciali della Formula 1 e inserito a pieno titolo nel circus da ormai tre anni, Sean Bratches lascerà lo sport alla fine del 2019.

Insieme a Chase Carey e a Ross Brawn, Bratches è una delle personalità che ha cercato di rivoluzionare la Formula 1. A partire dal 2016, infatti, il tedesco ha assunto una parte del comando del mondo dell’alta velocità grazie a Liberty Media.

Una struttura destinata a cambiare

Con l’addio di Bratches, l’assetto di Liberty Media si prepara a una rivoluzione inevitabile. Le dimissioni del Direttore Commerciale tedesco sono arrivate proprio nelle ultime ore e, secondo Racer, implicano un passaggio di poteri di non poco conto.

Dopo il suo addio, sembrerebbe infatti che gran parte del potere di Liberty Media possa passare quasi completamente nelle mani di Brawn. Dal canto suo, Charey dovrebbe invece mantenere una posizione più defilata.

Tuttavia nulla è ancora certo, anche perché l’impegno dello stesso Carey è destinato a concludersi proprio alla fine del 2020. Un’informazione, questa, che potrebbe comportare altrettanti cambiamenti proprio alla fine del prossimo anno e a ridosso della stagione pi rivoluzionaria di Formula 1.

L’impegno di Bratches

Il ruolino personale di Bratches conta all’attivo numerose modifiche all’interno del mondo della Formula 1. Il Direttore tedesco, infatti, ha contribuito in maniera sostanziosa ai diversi nuovi accordi siglati nel corso del tempo dal circus.

Allo stesso modo, grazie alla sua collaborazione è stato possibile implementare un servizio streaming online dedicato alla Formula 1, oltre che migliorare la sua permanenza sui social.

Ma le attività di Bratches, seppur al termine del suo incarico, non sono ancora finite. Insieme ai suoi colleghi, infatti, si è impegnato per portare l’alta velocità anche in altri paesi, tra cui spiccano il Vietnam e i Paesi Bassi.

A questi, però, il tedesco intenderebbe aggiungere anche gli Stati Uniti: una decisione, quella del Gran Premio di Miami, che ancora non è stata concretizzata, ma che potrebbe rappresentare l’ultima occasione per Bratches di dare una svolta alla Formula 1.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button