DichiarazioniFormula 1

Bottas: “Il mio obiettivo era la riconferma in Mercedes”

Il pilota finlandese del team di Brackley ha dichiarato che i risultati ottenuti all’inizio della stagione sono stati determinanti per il rinnovo del contratto

Valtteri Bottas è convinto che un anno poco brillante non gli avrebbe permesso il rinnovo del contratto

Approdato in Mercedes nel 2017, il pilota di Nastola ha disputato una buona stagione, ottenendo tre vittorie e il terzo posto nel mondiale Piloti. Il 2018, invece, non è stato un anno altrettanto brillante. Bottas non è infatti riuscito a ottenere alcuna vittoria, concludendo con una lontana quinta piazza nel campionato. Ripensando allo scorso anno, Valtteri ha così dichiarato: “Se avessi avuto una stagione simile al 2018, non penso il team avrebbe continuato a lavorare con me.

BOTTAS: “MI SONO INNAMORATO NUOVAMENTE DI QUESTO SPORT”

Quest’anno il finlandese ha cercato di mostrare l’importante aiuto che può offrire alla squadra. Infatti ha nettamente intensificato le sue prestazioni in pista rispetto al 2018. Ha collezionato ben quattro vittorie e il secondo posto in campionato, subito dopo il suo compagno di squadra Lewis Hamilton, esibendo tutte le sue qualità di pilota.

Sembra che Bottas abbia lavorato sodo durante la pausa invernale e che abbia ritrovato la determinazione giusta per lottare per il campionato. “Quest’anno mi sono divertito molto di più durante le gare e mi sono nuovamente innamorato di questo sport. Un amore che probabilmente si era affievolito un po’ durante la scorsa stagione” ha riconosciuto ai colleghi di Motorsport.

LA RICONFERMA

È grazie a un avvio di stagione coi fiocchi che ha raggiunto il suo principale obiettivo, ovvero il rinnovo del contratto con la Mercedes. Il team di Brackley, infatti, aveva la possibilità di scegliere dalla propria rosa anche piloti del calibro di Ocon e Russell che hanno mostrato altrettanta dedizione e talento. Un momento molto delicato per Bottas che sentiva la pressione di una possibile non riconferma. Una riconferma che però, alla fine, è arrivata.

Gli sforzi e il duro lavoro sono stati ricompensati e il finlandese non vede già l’ora di poter tornare a combattere in pista.“È molto importante per me e per il mio benessere mentale in generale. Ora posso felicemente dire che ho ancora molti anni davanti a me, in cui spero di migliorare sempre più. Credo che questo sia fondamentale per battezzare la nuova stagione nel migliore dei modi. Sono felice che il team sappia quanto posso essere competitivo e veloceha concluso il vicecampione 2019.

Chiara De Bastiani

Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button