DichiarazioniFormula 1

Binotto: “Regolamenti diversi, ma rimaniamo in difficoltà”

Il team principal di Ferrari parla dei cambi di regolamento per il 2022, la Rossa non dominerà come Mercedes nel 2014

Mattia Binotto è stato chiaro: ci saranno regolamenti diversi a partire dalla stagione 2022, ma la Scuderia di Maranello non sarà la squadra dominante

A partire dal 2014, la Formula 1 ha introdotto diverse novità: prima fra tutte, un nuovo motore. Al V8 ne è stato sostituito uno con un propulsore ibrido V6 turbo. E da quell’anno, Mercedes è stata la squadra più vincente, dominando per sette campionati consecutivi, stagione 2020 compresa. Sapendo bene che un grande di cambio di regolamenti avverrà per quanto riguarda la stagione 2022, Mattia Binotto ha voluto esprimersi a riguardo: ritiene che la Ferrari nel 2022 non sarà dominante quanto Mercedes nel 2014. 

Ai colleghi di Motorsport-total, dichiara Binotto: “Non credo che si possano confrontare le situazioni Mercedes-Ferrari. L’unica cosa in comune, è che c’è stato, e ci sarà un grande cambiamento di regole, ma i tempi sono davvero molto diversi. Cambiano le regole, ma cambiano anche i tempi. 

Allora, Mercedes è stata abbastanza intelligente da sviluppare il suo propulsore molto prima di chiunque altro a livello di tempistiche. Con il cambio di regolamenti nel 2022, non sarà possibile fare ciò“, prosegue Binotto. Questa rapidità d’azione avrebbe dato alle Frecce d’Argento un grande margine di vantaggio. Per Ferrari, il problema sta proprio nelle tempistiche: la nuova monoposto per il 2022 può essere rielaborata solo a partire dall’1 gennaio 2021. Inoltre, per motivi di costo, lo sviluppo è stato interrotto in anticipo.

BINOTTO PARLA ANCHE DELLA HAAS

Il team principal della Scuderia del Cavallino parla anche del team Haas in riferimento al taglio del budget: “E’ notizia recente quella del trasferimento di Simone Resta in Haas, Resta che avrà un ruolo importante e significativo. Ma non è l’unico: anche altri tecnici si trasferiranno, riducendo la nostra organizzazione al necessario per non sforare sul limite di budget. Così facendo, si rafforzerà l’organizzazione dei nostri clienti e team-partner“.

Questi collaboratori saranno a Maranello, ma in un edificio completamente separato quelli di Scuderia Ferrari, quindi non avranno accesso agli edifici principali. Ci tengo a precisare che Haas è comunque una squadra completamente indipendente rispetto alla Ferrari. Non è una squadra junior e non stiamo scambiando informazioni al di là di quanto è possibile dai regolamenti. È un’organizzazione del tutto diversa dalla Ferrari”, afferma per concludere Binotto. 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.