DichiarazioniFormula 1

Binotto: “Red Bull non reggerà questi ritmi”

Il team principal della Ferrari è certo che i rivali non riusciranno a reggere i ritmi legati allo sviluppo della vettura per via del budget cap

Secondo Binotto, la Red Bull non potrà reggere i ritmi dello sviluppo delle monoposto per via del budget cap

Con l’avvio della stagione 2022, Ferrari e Red Bull hanno mostrato sin da subito di essere i due team da battere. Se nelle prime gare il team di Maranello sambrava avere qualcosa in più, la situazione si è poi ribaltata. Infatti, dopo i weekend di Imola e di Miami sembra che la Red Bull abbia acquisito un vantaggio. Questo perchè le due squadre hanno deciso di approcciarsi al campionato in modo differente.

Mentre la Ferrari si è concentrata sullo studio della vettura e l‘ottimizzazione del proprio pacchetto, la Red Bull ha già iniziato a introdurre i primi importanti aggiornamenti. Sarà proprio lo sviluppo delle vetture il vero protagonista di questo mondiale. L’introduzione del nuovo regolamento implica lo studio di soluzioni innovative ed estremamente diverse da quelle proposte in passato. Ciò significa anche che i team hanno un margine più ampio entro cui lavorare e liberare la propria creatività. Quest’anno, più che mai, la sfida si terrà tra gli uffici, le gallerie del vento e i simulatori. Vincerà chi avrà le idee migliori e una miglior capacità di reazione.

OCCHIO AL BUDGET CAP

Tuttavia, le squadre dovranno fare i conti con il budget cap imposto dal nuovo regolamento. I soldi a disposizione sono limitati e sarà importante scegliere come utilizzarli al meglio. Secondo Binotto, la Red Bull non riuscirà a tenere i ritmi dello sviluppo con cui hanno iniziato. “Ci sarà un momento in cui dovranno fermarsi – ha detto il team principal della Ferrari. E’ infatti convinto che a breve non potranno più investire il loro capitale negli aggiornamenti senza superare il limite imposto.

Il team di Maranello però non resterà a guardare per molto tempo ancora. Infatti, Binotto ha già annunciato i prossimi sviluppi per la F1-75. “Noi siamo più veloci in qualifica e forse loro sono più veloci in gara. Siamo molto equilibrati”, ha ammesso. E’ chiaro che la Red Bull ha un vantaggio fondamentale che è la loro velocità massima. Ciò li facilita nei sorpassi e permette loro anche di difendersi al meglio, nonostante il DRS. Questo sarà uno dei problemi principali che la Ferrari dovrà risolvere con i prossimi aggiornamenti.

Le novità che verranno introdotte a Barcellona saranno fondamentali per l’andamento del campionato. Se riusciranno a realizzare quanto previsto in fabbrica, allora la Ferrari potrà davvero ribaltare la situazione a proprio vantaggio. Tuttavia, il team di Maranello sa che c’è un tempo per ogni cosa. E’ importante vincere e stare davanti, ma bisogna anche capire quando fare il passo successivo, senza affrettare i tempi. Forse anche per questo motivo, in Ferrari non prestano troppa attenzione al lavoro degli team, concentrandosi sulla propria tabella di marcia.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.