DichiarazioniFormula 1

Binotto: “Leclerc e Sainz partiranno alla pari nella prossima stagione”

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto sostiene che i suoi due piloti Charles Leclerc e Carlos Sainz partiranno alla pari nella stagione 2022

Con l’inizio della stagione di F1 2022 in casa Ferrari come ammesso dal team principal Mattia Binotto, i due piloti Charles Leclerc e Carlos Sainz partiranno non solo a pari punti ma anche a pari condizioni

Nonostante Carlos Sainz abbia concluso la stagione 2021 davanti al compagno Charles Leclerc nella sua prima stagione con la Ferrari, in occasione della prossima stagione verrà fatta tabula rasa e secondo il team principal Mattia Binotto entrambi partiranno ad armi pari e sarà solamente la pista a decidere nuovamente la gerarchia.

Al portale web americano motorsport.com, il numero uno del muretto del team di Maranello, ha sostenuto:  “Per quanto riguarda i piloti, come si dice di solito, penso che sia la pista a dettare l’ordine. La priorità è sempre la squadra, ma senza dubbio, se riusciranno a competere per una posizione importante in campionato, sarà la pista che ci dice chi c’è davanti”. 
 
Ha poi sostenuto come il giovane monegasco abbia perso fino a 40 punti nel corso della stagione conclusa da poco a causa di diverse circostanze. Ricordando anche come a volte la fortuna giochi un ruolo importante nel motorsport, insistendo sul fatto che lascerà che sarà la pista a decidere chi sarà il primo pilota: “A volte non si tratta solo del talento o dell’abilità di un pilota. Un pilota può essere molto fortunato, avere danni, problemi di affidabilità o incidenti, quindi non penso che abbiamo bisogno di avere una politica sul numero uno o numero due. Ne parleremo solo dopo aver visto e valutato i risultati visti in pista, quando sarà il momento giusto”.
 
Concludendo, ha sostenuto: “Penso che non dovremmo dimenticare che in stagione ci sono un paio di esempi, che sono Monaco e Budapest, dove Charles non ha conquistato punti. Penso che sia stato sfortunato come pilota in quelle occasioni. Senza di loro, è difficile dire dove sarebbe finito, ma forse almeno ha perso 40 punti”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.