Formula 1

Aston Martin, pronta a decollare con Stroll

Dal magnate canadese sono arrivate parole confortanti che fanno ben sperare ai tanti appassionati del marchio inglese

L’arrivo del consorzio guidato da Stroll alla nel costruttore inglese può aprire le porte al grande rilancio di una casa automobilistica storica

 

L’ arrivo di Lawrence Stroll alla guida dell’Aston Martin è la notizia del giorno. L’arrivo dei fondi canadesi nella casa inglese è sicuramente un evento molto positivo considerata la solidità economica del ricco imprenditore. Aston Martin ha annunciato venerdì che un consorzio di investitori guidato da Stroll acquisirà una quota pari fino al 20% della casa automobilistica in difficoltà la cui terribile situazione finanziaria l’ha costretta a cercare investimenti esterni.

Tra i partner finanziari di Stroll figurano il presidente di JCB Anthony Bamford, l’imprenditore Andre Desmarais, il banchiere Michael de Picciotto, l’investitore nel settore delle telecomunicazioni John McCaw e Hong Kong Silas Chou, impegnato nel campo della moda. Tutti loro fanno parte del consorzio che ha assunto la direzione della Force India durante l’estate del 2018.

L’impegno del gruppo Stroll includerà anche una partecipazione nella Racing Point F1 che diventerà dal 2021 il team Aston Martin. “Sono molto lieto che io e i miei partner del consorzio abbiamo raggiunto un accordo con il consiglio di amministrazione e i principali azionisti per effettuare questo significativo investimento a lungo termine”, ha detto l’imprenditore canadese venerdì.

“L’Aston Martin produce alcune delle auto di lusso più iconiche del mondo, progettate e costruite da persone di grande talento. Il nostro investimento annunciato oggi garantisce la sicurezza finanziaria dell’azienda e assicura che opererà da una posizione di forza economica notevole”. Risultati deludenti dalla IPO di Aston Martin nell’ottobre 2018 hanno portato a una riduzione dei profitti per l’iconico marchio inglese il che ha messo la società in grave stress finanziario.

La nuova iniezione di capitale fornirà ad Aston Martin un’ancora di salvezza cruciale da cui può tentare di invertire le sue fortune. “Non vedo l’ora di lavorare con il consiglio di amministrazione e tutto il team di Aston Martin Lagonda per rivedere e migliorare ogni aspetto delle operazioni e del marketing dell’azienda; continuare a investire nello sviluppo di nuovi modelli e tecnologie è l’obiettivo. Poi bisogna iniziare a riequilibrare la produzione per dare priorità alla domanda rispetto all’offerta”, ha aggiunto Lawrence Stroll.

“Io e i miei partner crediamo fermamente che Aston Martin sia uno dei più grandi marchi mondiali di auto di lusso. Credo che questa combinazione tra capitale ed esperienza sia nel settore automobilistico sia nella costruzione di brand globali di grande successo significherà che, nel tempo, metteremo a frutto il potenziale di Aston Martin Lagonda.”

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button