DichiarazioniFormula 1

Aston Martin, Krack: “Siamo contenti di Alonso”

Il Team Principal lussemburghese commenta l’arrivo del due volte campione del mondo nella scuderia di Silverstone

Krack ha commentato l’arrivo di Alonso in Aston Martin, elogiandone l’esperienza e di come potrebbe essere la chiave verso il successo

L’Aston Martin non perde tempo, dopo aver perso il proprio pilota di punta, e ingaggia un altro campione del mondo, Alonso, “regalando” a Mike Krack una nuova formidabile coppia di piloti. L’ex Team Principal della BMW ha commentato l’arrivo dello spagnolo dicendo: “Sappiamo che possiamo soltanto imparare da qualcuno del calibro e dell’esperienza di Fernando. Siamo fiduciosi che ispirerà tutti a migliorarsi e ciò non farà che aumentare l’energia, già contagiosa, che esiste all’interno della squadra. Siamo pronti a creare un’organizzazione vincente grazie a Fernando che ci porterà a performance di cui saremo orgogliosi“.

Parlando della line-up del mondiale 2023, Krack, continua dicendo: “Siamo lieti di avere Fernando e Lance come nostri piloti il prossimo anno. La combinazione di esperienza e gioventù sarà incredibilmente forte ed entrambi i piloti non vedono l’ora di gareggiare e lavorare insieme“. Continuando a parlare del 2023 spiega che: “Il team è completamente focalizzato sullo sviluppo della AMR23 e siamo tutti entusiasti che i nostri progetti futuri trarranno vantaggio dalla conoscenza e dall’esperienza che Fernando porterà nel team“.

Le parole di Lawrence Stroll

Anche il presidente della scuderia, Lawrence Stroll, ha parlato dell’arrivo di Alonso in Aston Martin, dichiarando che: “Conosco e ammiro Fernando da molti anni ed è sempre stato chiaro che è un vincitore come me. Ho deciso di riunire le persone migliori e sviluppare le giuste risorse per avere successo in questo sport altamente competitivo, e quei piani stanno prendendo forma a Silverstone. Ci è sembrato naturale quindi invitare Fernando a far parte dello sviluppo di una squadra vincente ed è stato logico e facile confermare la nostra volontà di lavorare insieme“.

Alonso come Schumacher?

Due anni dopo dal suo ritorno in F1, il pilota nativa di Oviedo, lascia la scuderia che lo ha reso grande per andare in Aston Martin. Alonso proverà a fare ciò che Vettel non è riuscito a fare, rendere la scuderia vincente. L’Aston Martin spera che il pilota spagnolo possa fare ciò che Schumacher fece in Mercedes aiutando nello sviluppo e nella mentalità di squadra. La differenza tra il Kaiser e Alonso è quella che: il primo rientrava in F1 dopo anni d’assenza e con una F1 completamente cambiata, Alonso invece, essendo già rientrato da due anni, non avrà  problemi nell’adattarsi alla monoposto di Silverstone.

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.