DichiarazioniFormula 1

Alonso e quel 2021 “per tornare a qualcosa di importante”

L’asturiano è al centro dei rumor che lo vogliono in trattativa per il sedile della Renault il prossimo anno

È alla stagione 2022, quando si materializzerà il più grosso cambio regolamentare del passato recente, a cui guarda lo spagnolo in caso di ritorno con i colori della Losanga

Dalla Francia sono sicuri che Fernando Alonso e la Renault abbiano già siglato un accordo iniziale per la prossima stagione. Il tanto atteso gioco delle sedie del mercato piloti si è innescato la settimana scorsa, con l’addio di Sebastian Vettel alla Ferrari che ha scatenato un effetto domino i cui tasselli devono ancora essere riempiti per intero. A fare gola è ora il sedile della Renault lasciato vuoto da Daniel Ricciardo, che si è trasferito alla McLaren prendendo il posto del futuro ferrarista Carlos Sainz. Una situazione che potrebbe creare i presupposti per un clamoroso ritorno di Alonso nel Circus, dopo che lo spagnolo ha sempre lasciato intendere che avrebbe colto l’occasione giusta per rientrare, visto che quello del 2018 suonava più come un arrivederci che come un addio definitivo.

L’occasione per Alonso proviene dalla Renault: un progetto non più giovane, dato che la casa di Viry è tornata in veste ufficiale nel 2016, ma ancora acerbo sotto diversi punti di vista. Non a caso, Ricciardo lo ha bocciato dopo un solo anno di permanenza. Ma il terno al lotto a cui daranno vita i cambi regolamentari del 2022, alla fine, potrebbe rimescolare le carte. Ed è questo a cui guarderebbe l’asturiano nel caso decidesse di rivestire i colori della Losanga, abbandonati nel lontano 2009.

RITORNO

Per il bicampione di F1, l’imperativo nel 2021 è “tornare a lottare per qualcosa di importante, come ha dichiarato ai connazionali di Madrid TV.  “Mi sento al massimo della mia forma fisica – ha proseguito – pronto ad affrontare nuove sfide dal grande valore. Il 2020, l’avevo detto, sarebbe stato un anno di transizione, una stagione tranquilla. Poi è arrivata la pandemia globale e si è trasformato in un anno anche troppo tranquillo per tutti noi sportivi. Spero di tornare presto in pista, anche se questa rimarrà una stagione senza troppi impegni: in agenda c’è solo Indianapolis, nient’altro. Per l’anno prossimo, gli obiettivi saranno chiaramente diversi.

 

Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button