DichiarazioniFormula 1

Albon, addio a chi aveva creduto in lui… fino a un certo punto

A causa del rinnovo del tailandese con la Williams, Red Bull ha perso l’opzione per riportare a Milton Keynes il 26enne

È trascorso praticamente un mese dall’annuncio del rinnovo di Alex Albon con la Williams. Il pilota, che correrà per la scuderia britannica nel 2023 con opzione di rinnovo per il 2024, può pensare più a lungo termine

La carriera del 26enne in Formula 1 potrebbe essere paragonata a un giro sulle montagne russe. Arrivato nella massima serie automobilistica nel 2019, Albon fece il suo debutto sulla Toro Rosso nonostante a metà stagione venne convocato in Red Bull, per scambiarsi il sedile con Pierre Gasly. Ma alla fine del 2020 fu fatto fuori dal team di Milton Keynes.
La Red Bull non si dimostrò soddisfatta delle sue prestazioni rispetto a Verstappen. Per questo motivo Albon nel 2021 ricoprì il ruolo di terzo pilota della scuderia anglo-austriaca e solamente nel 2022 tornò in griglia di partenza come titolare. Ma questa volta con la Williams.

Stare fuori un anno è dura. Ti viene più fame e sei più motivato. E quando ti si presenta l’occasione di tornare in Formula 1 non ci pensi due volte ad afferrarla con entrambe le mani – ha raccontato Albon ai colleghi di Channel 4 – Sembra sciocco, ma nel momento in cui riesci a rientrare nel giro, ti metti subito alla ricerca di quella stabilità. Ossia trovare il modo di rimanerci in Formula 1“.

Albon voleva un pluriennale per crescere con la Williams

Sebbene il tailandese abbia fatto parte per lungo tempo del folto gruppo di piloti in orbita Red Bull, col suo rinnovo con la Williams, la scuderia di Milton Keynes ha perso l’opzione per riportare in scuderia il 26enne.

Sono stato molto chiaro su quello che volevo. Sentivo di voler continuare a lavorare con la Williams. Avere un contratto pluriennale è quello che serve a un pilota e alla squadra per crescere, per poter fare piani futuri. Dobbiamo lavorare su parecchi aspetti della nostra vettura e stiamo già concentrando tutte le nostre forze sulle monoposto 2023“, ha spiegato Albon.

La stima per gli uomini della Red Bull non si interrompe

Nel prendere la decisione di continuare la collaborazione con la Williams, il 26enne ha dovuto, nello stesso momento, scegliere di lasciare la scuderia che non solo gli ha dato fiducia quando era giovanissimo e che lo ha visto crescere. Ma che è anche quella che lo ha gettato nella gabbia dei leoni quando non era pronto.

Ho ancora un ottimo rapporto con la Red Bull. Esattamente come la Williams, mi hanno dato una possibilità in Formula 1 e tuttora nutro grande stima per le persone che lavorano a Milton Keynes. Ma ora il mio focus è rivolto a un’altra scuderia“, ha concluso il giovane thailandese, sottolineando comunque la sua gratitudine nei confronti della squadra che per prima gli ha aperto le porte della Formula 1.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.