2019

Formula Regional | Nannini: due ottavi posti e la sua ‘gara migliore di sempre’

Matteo Nannini porta a casa due P8 e un 11° posto al Red Bull Ring, consapevole di aver realizzato la sua miglior gara in carriera malgrado una penalità

Si dice ‘Success is not always what you see’, ed è proprio il caso di Matteo Nannini nel suo primo weekend ufficiale in Formula Regional. Il forlivese al Red Bull Ring porta a casa due piazzamenti nella Top-10 nelle prime due gare, mentre una penalità di 5 secondi gli strappa il 4° posto per non essersi posizionato in modo corretto sulla griglia, scivolando così 11°.

Dopo l’ottava posizione in rimonta in Gara-1, Nannini è scattato dalla quinta casella nella manche successiva. Alla partenza ha subito recuperato una posizione, vantaggio annullato da un testacoda indotto da problema meccanico. Una volta ripartito, il giovane ha rimontato fino all’ottava posizione lottando contro l’usura del set di pneumatici, lo stesso impiegato ieri pomeriggio.

“La gara migliore che abbia mai fatto“. Così Nannini ha definito Gara-3, per la quale aveva grandi aspettative dato il posto in seconda fila. Subito in lotta con i piloti della Prema, Nannini ha dovuto tenere un occhio anche sui propri scarichi, dati i distacchi minimi nel pacchetto di mischia. Al traguardo è giunto 4°, ma gli stewards hanno deciso di infliggergli una penalità di 5 secondi per irregolarità nel posizionamento sulla griglia, portandolo così a figurare 11° nell’ordine d’arrivo definitivo.

“Accetto la penalità  e comprendo la decisione degli stewards, ma in gara abbiamo dimostrato di poter combattere con i migliori” ha commentato Matteo, elogiato dagli stessi commissari di gara.

Topics
Pubblicità

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close