Formula 1

Wolff: “Non vedo l’ora che arrivi il 2021”

Il boss della Mercedes ha spiegato cosa si aspetta dalle prossime stagioni, svelando anche i punti di forza e gli obiettivi della scuderia

Il team principal della Mercedes Toto Wolff ha parlato degli straordinari successi ottenuti dal team in questi ultimi sei anni, affermando però che tutto ciò non li mette in una posizione di vantaggio per il 2021, quando il regolamento verrà stravolto.

Il 2021 sarà una sfida completamente nuova perché i regolamenti saranno messi sottosopra“, ha dichiarato Wolff. “Ciò che esiste oggi in termini di aerodinamica non esisterà più nel 2021. E credo che sia un’opportunità come squadra fare un buon lavoro e dimostrare che possiamo affrontare un cambiamento di regolamenti ed emergere come abbiamo fatto in passato“.

“Ma certamente non abbiamo alcun vantaggio. Gli anni passati non ci danno alcun credito per le stagioni future a venire. È qualcosa di molto eccitante per noi e personalmente non vedo l’ora che arrivi il 2021“.

I 6 TITOLI CONSECUTIVI OTTENUTI

Uno dei punti do forza del team di Brackley è proprio quello di non essere mai sazi di vittorie. Proprio per questo il primo obiettivo di Toto Wolff per il prossimo anno è quello di mantenere alta la motivazione e la concentrazione della squadra.

Ogni anno dal 2014, abbiamo cercato di fissare obiettivi che ci motivano davvero. E il 2019 l’obiettivo principale era vincere un sesto doppio campionato consecutivo, che non era mai stato fatto prima in Formula 1, e da quel che ne sapevamo non era stato fatto prima in nessun altro sport a livello mondiale. Quindi questo è stato l’obiettivo che ci ha fatto davvero andare avanti. Anche i giorni difficili ci hanno aiutato a superare i fine settimana che non si sono svolti come ci aspettavamo. È qualcosa che ci ha tenuti davvero motivati per tutto l’anno“.

“Puoi davvero sentire la differenza di umore in fabbrica dopo un brutto fine settimana o un buon fine settimana“, ha proseguito Wolff. “Ma il fatto sorprendente è che sento un forte malumore nelle fabbriche dopo i weekend difficili. Sono i giorni in cui abbiamo fallito che sentiamo di dover spingere ancora di più e lavorare in modo migliore e mi diverto a tornare lunedì e non lasciare nulla di intentato, scoprire le nostre carenze e infine risorgere“.

Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button