2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1

WEC | Fernando Alonso: “Adoro vincere in posti speciali come Sebring”

Fernando Alonso, Kazuki Nakajima e Sébastien Buemi vincono la 1000 miglia di Sebring con la Toyota n.8. Lo spagnolo è davvero felice ed ora mette nel mirino la 500 miglia di Indianapolis

Topics

Fernando Alonso prosegue il suo cammino nel mondo del Motorsport alla grande, e la sua ultima vittoria negli Stati Uniti testimonia proprio questo. L’asturiano ed i suoi compagni di squadra della Toyota n.8 hanno prevalso per la terza volta in meno di un anno nel WEC per la stagione 2018/19, senza contare la vittoria persa per la squalifica a Silverstone. Dopo aver esteso il vantaggio da 10 a 14 secondi nel suo primo stint, con una Safety Car in mezzo, Fernando Alonso ha lasciato il volante a Nakajima. La volta successiva che è salito sulla TS050 Hybrid il vantaggio era già di due giri, a causa del contatto del pilota Pechito Lopez al volante della Toyota n.7 con una GTE.

“La verità è che sono molto contento della vittoria in un posto speciale come questo. Adoro vincere in posti che hanno un sacco di storia e Sebring è uno di questi nelle gare di durata. In meno di un anno ho vinto la 24 ore di Le Mans, la 24 ore di Daytona e la 1.000 miglia di Sebring, e questo solitamente è un obiettivo che si ottiene in molti anni di competizione. La svolta c’è stata quando l’altra vettura ha avuto un contatto con le GT, quindi ogni volta che siamo saliti in macchina da lì, l’unica cosa che dovevamo fare era quella di stare concentrati ed evitare qualsiasi contatto, tenendo il passo, ma evitando rischi con traffico e cordoli perché la vettura si poteva danneggiare” ha così affermato il due volte Campione del Mondo di Formula 1.

La vittoria a Sebring arriva settimane dopo il suo successo nella 24 ore di Daytona con Cadillac e lo spagnolo ha sottolineato che spera di ottenere la tripletta in terra americana con la 500 miglia di Indianapolis a maggio, cosa che gli darebbe anche l’ambita Triple Crown, perciò ha dichiarato: “Spero che questa striscia positiva continui e che io possa vincere la 500 miglia di Indianapolis. Prima di correre a Spa, faremo i test il mese prossimo prima in Texas e poi a Indianapolis. Al momento mi godo questa vittoria, porto il trofeo a casa e mi godo altre dolci settimane. Quando vinci hai sempre un sacco di bei ricordi, foto, messaggi di tutti quelli che ti seguono e questo è ciò che accadrà nelle prossime settimane”.

Toyota n.8 Fernando Alonso WEC

A Fernando Alonso è stato chiesto se fosse nervoso quando la pioggia ha iniziato a cadere a 20 minuti dal termine della gara, con Kazuki Nakajima al volante, e lui ha sottolineato la fiducia che ripone nei suoi compagni di squadra affermando: “No, la verità è che ho una totale fiducia nei miei compagni di squadra e nel team. Le condizioni sono sembrate un po’ simili a Daytona, con molta acqua, aquaplaning in tutti i siti e scarsa visibilità di notte. Non avevamo mai gareggiato con la pioggia qui. Kazuki è un pilota che non commette errori e la calma è il suo punto di forza, cosa che a volte manca a me e Sebastien perché siamo più latini, quindi meno calmi, perciò in condizioni come quelle di oggi era l’uomo perfetto per stare al volante”.

Ora i piloti della Toyota n.8 hanno 15 punti di vantaggio, rispetto ai cinque con cui sono arrivati ​​a Sebring, quando rimangono soltanto due gare per la fine della stagione 2018/19 del WEC. Fernando Alonso si rammarica che non ci sia un ulteriore vantaggio, dopo la squalifica a Silverstone e la gara di Shanghai, perciò ha concluso dichiarando: “Sono contento dei 15 punti, il vantaggio poteva essere quasi matematico se non avessimo perso punti tra Silverstone e Shanghai, perciò dobbiamo stringere i denti fino alla fine”.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti

Back to top button