Formula 1

Villeneuve: “Non vanno aiutati team che non meritano di competere con i top team”

L’ex pilota canadese sostiene che non tutti i team meritino certi aiuti economici

Sempre schietto e sincero nelle sue analisi, il campione del mondo 1997 non le manda a dire al nuovo regolamento in vigore dal 2021

Nel 2021 sarà introdotto, per la felicità di molti, il tanto atteso budget cup. Il tetto al di sopra del quale non si dovranno spingere le spese è stato fissato a 175$ milioni. Ovviamente da questo budget saranno escluse alcune spese come gli stipendi dei piloti o le attività di marketing.

In questo modo ci si augura che i team possano essere più vicini tra loro, ma nel paddock c’è chi non apprezza questa possibilità, nello specifico Jacques Villeneuve. L’ex campione del mondo della Williams crede che il suo ex team non meriti di poter competere con Ferrari e Mecedes.

“Perchè bisogna aiutare i piccoli team che non meritano di essere agevolati?, ha affermato a Le Journal de Montreal, “Un team come la Williams merita di essere veloce come i top team? Ovviamente no. Francamente per il modo in cui lavorano da anni, fanno parte di un’altra categoria.”

Villeneuve ha anche criticato l’approccio “socialista” della Formula 1 per distribuire le entrate in modo più equo tra le squadre in base al nuovo Patto della Concordia.

“Per me è puro socialismo”, ha protestato Jacques, “La Formula 1 merita di meglio. Solo i primi tre top team spenderanno 175$. La Williams l’anno scorso ha intascato 16$ milioni quindi saranno felici gli azionisti e il management. Anche se il budget cup fosse fissato a 50$ milioni la Williams sarebbe rimasta indietro”.

Il campione canadese non è preoccupato dal fatto che nel 2021 le auto saranno 3-4 secondi più lente, ma piuttosto dal fatto che saranno forse troppo facili da guidare. “Non importa se le auto saranno più lente”, ha proseguito l’opinionista di Sky, “Tutto quello che devono fare è progettare auto difficili da guidare. Ma ora saranno 25 kg più pesanti. Più sono pesanti, più sono stabili e questo non aiuterà. Ci sarà uno spettacolo maggiore quando le auto saranno più leggere e più nervose. Non è la velocità delle auto che fa belle le gare.”

“L’unica cosa che va fatta è garantire la libertà di sviluppo ai team, ha concluso Jacques Villeneuve.

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close