Formula 1Gran Premio Austria

Vettel, Alonso e il monologo austriaco: “Coglie l’occasione per…”

L’alfiere dell’Aston Martin abbandona il meeting dei piloti “per colpa” dello spagnolo. Scopriamo insieme perché

Alla base dell’abbandono di Vettel durante l’incontro ci sarebbe la condotta di Alonso, protagonista di un “monologo” sulla penalità ricevuta in Canada

Nelle ore successive alla Sprint Race del Gran Premio d’Austria gli steward hanno emesso un comunicato nei confronti di Sebastian Vettel. Il tedesco, reo di aver abbandonato anticipatamente il meeting dei piloti senza permesso, aveva ricevuto una sanzione di 25mila euro. Multa poi sospesa e che dovrà essere pagata solo nel caso in cui nel corso della stagione avvenga la medesima infrazione. A scoprire la causa della “fuga” del quattro volte Campione del Mondo il giornalista di Auto Motor und Sport, Michael Schmidt. Vettel sarebbe scappato a gambe levate a causa di un monologo di Alonso.

Facciamo prima un passo indietro: durante le fasi finali della gara di Montreal l’asturiano, nel tentativo di difendersi da Bottas, aveva cambiato direzione più volte. “Tutto è iniziato con un monologo di Alonso, che ora coglie ogni occasione per dimostrare che la penalità commissionatagli in Canada era sbagliata” ha affermato Schmidt. “Ogni volta che vede qualcuno fare la stessa cosa e non essere penalizzato, parla di questo caso. Tutto ciò è andato avanti per molto tempo. A un certo punto Vettel se n’è andato via, perché non veniva fatto alcun progresso“, ha concluso il giornalista.

Questo episodio si ripeterà? Sebastian potrebbe decidere di pagare la multa per evitare di assistere a un altro monologo di Fernando

Schmidt ha scherzato sul fatto che il pilota Aston Martin potrebbe persino far scattare il pagamento della multa settimana prossima in Francia. Questo se Alonso decidesse di prendere come esempio la bagarre tra Sainz e Russell, con lo spagnolo che è riuscito a superare il talento di casa Mercedes andando oltre i limiti della pista. Come afferma il reporter tedesco: “So già come sarà il prossimo briefing dei piloti: il caso Sainz sarà rivisto e poi Seb se ne andrà di nuovo!

Martina Luraghi

Martina Luraghi

Amante dello sport: a primeggiare sono ovviamente i motori, ma anche il calcio e un pizzico di tennis. Tra gli altri interessi spiccano la musica e tutto ciò che riguarda il Giappone, da cui nasce la mia voglia di viaggiare. Il mio grande obbiettivo è far diventare la mia passione un vero e proprio lavoro, arrivando a girare per i paddock di tutto il Mondiale di Formula 1. "Believe it." è da sempre il mio motto che rispecchia il mio carattere ambizioso e la determinazione che ho nel raggiungere i miei sogni. Può sembrare banale, ma voglio svegliarmi la mattina essendo felice perchè faccio quello che amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio