DichiarazioniFormula 1

UFFICIALE: la Turchia sostituisce il Canada in calendario

Stefano Domenicali, presidente e CEO della Formula 1, ha commentato il cambio di programma e ringraziato tutti gli organizzatori

La Formula 1 chiede rinforzi e il GP di Turchia risponde: Istanbul sostituirà Montreal per questa stagione

A causa delle restrizioni ancora presenti dovute alla pandemia di Covid-19, il GP del Canada non verrà disputato quest’anno. Tutto l’entourage della Formula 1 sarebbe infatti dovuto rimanere in isolamento per 14 giorni una volta arrivato sul suolo canadese. Impossibile, nonostante la buona volontà da ambo le parti, Circus e organizzatori.

A sostituire l’evento in programma per il weekend dell’11-13 giugno, Istanbul. Il GP di Turchia ha fatto il suo trionfante ritorno proprio la passata stagione, dopo un’assenza di ben 9 anni dal calendario mondiale, incoronando campione per la settima volta in carriera Lewis Hamilton.

UFFICIALE: GP DI TURCHIA AL POSTO DEL CANADA (CHE COMUNQUE RINNOVA)

Stefano Domenicali, CEO e presidente della massima classe del Motorsport, ha commentato la decisione di cambiare il programma a stagione già avviata: “Siamo grati per gli sforzi del promoter e delle autorità in Canada, Quebec e Montreal, nelle ultime settimane per cercare di realizzare la gara e siamo lieti di annunciare un’estensione di due anni della nostra partnership con il Gran Premio del Canada“, si legge in una dichiarazione su Formula1.com, “Lavoreremo con il promoter per garantire che coloro che hanno i biglietti per le gare del 2020 e del 2021 abbiano la possibilità di ottenere un rimborso o di utilizzare i loro biglietti in occasione della gara del prossimo anno e non vediamo l’ora di correre in Canada nel 2022“.

Le difficoltà negli spostamenti tra un continente e l’altro hanno reso necessario il ricorso a una valida (e apprezzata) alternativa. “Anche se è deludente non poter essere in Canada questa stagione, siamo entusiasti di confermare che la Turchia ospiterà un Gran Premio nel 2021, dopo una gara straordinaria della scorsa stagione. So che tutti i nostri fan sono entusiasti del fantastico inizio di stagione e la Turchia è un grande circuito che offre grandi battaglie in pista. Voglio ringraziare il promoter e le autorità canadesi per tutti i loro sforzi nelle ultime settimane. La situazione dei viaggi ha però reso i nostri piani impossibili“.

Domenicali ha poi voluto ringraziare gli organizzatori turchi per gli sforzi fatti fin qui. “Voglio ugualmente ringraziare il promotore e le autorità in Turchia per la loro continua disponibilità a ospitare una gara di Formula 1. Questo mostra l’enorme interesse per il nostro sport e la speranza di molte località di avere un Gran Premio. Abbiamo avuto ottime conversazioni con tutti gli altri promoter dall’inizio dell’anno. Continueremo a lavorare a stretto contatto con loro durante questo periodo“, ha concluso.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.