DichiarazioniFormula 1

Tsunoda sulla strada per diventare campione del mondo

Il pilota giapponese si è fatto notare e Helmut Marko è fermamente convinto che presto arriverà la sua occasione per diventare una star della Formula 1

Helmut Marko: “Tsunoda diventerà sicuramente il primo campione del mondo giapponese”

L’obiettivo di Yuki Tsunoda è quello di diventare – prima o poi – il primo campione del mondo giapponese. Non si tratta di un progetto a breve termine, dato che attualmente il pilota AlphaTauri ha concluso solamente la sua prima gara nella classe regina. Eppure, Helmut Marko è fermamente convinto che arriverà anche questo momento. Ne ha difatti parlato ai microfoni di RaceFans, ai quali ha dichiarato: “Piace a tutti, è affascinante e con senso dell’umorismo. Presto sarà una nuova star della Formula 1“. 

Per alcuni tutto questo entusiasmo sembra immotivato, ma per il consigliere della Red Bull non ci sono problemi nel farsi delle aspettative elevate. Ovviamente, è consapevole che tali aspettative dovranno essere mantenute ma ripone molta fiducia nelle capacità del pilota e di tutto il team che lavora con lui. A tutti gli effetti, le modifiche apportate alla AT02 per adattarla alla statura del pilota – 159 cm – gli hanno consentito di entrare ancora più in confidenza con la monoposto, salvo alcuni piccoli problemi. I pedali erano la cosa più importante, dovevamo portarli in avanti. Ma con il simulatore facciamo ancora fatica a trovare il posto giusto per lui“, ha detto Marko.

PRIME IMPRESSIONI

Tsunoda ha dimostrato sin da subito di aver talento e tanta voglia di mettersi in gioco, confrontandosi sin da subito con piloti che hanno altrettanto talento ma molta più esperienza. Nelle qualifiche dello scorso venerdì era riuscito a stare in P2 dietro Max Verstappen, senza però riuscire a uscire dal Q2. A questo proposito il capo del programma di sviluppo (Red Bull e AlphaTauri) attribuisce questo problema a un errore nella scelta degli pneumatici. Probabilmente delle gomme più morbide potevano migliorare la situazione per un per un pilota che non ha nessuna routine in qualifica. 

Marko ha inoltre aggiunto: “Senza i suoi fallimenti tecnici avrebbe vinto il campionato facilmente”, riferendosi alla scorsa stagione in Formula 2 che il giapponese ha concluso al terzo posto dietro Mick Schumacher e Callum Ilott. La carriera del pilota della scuderia di Faenza procede a passo spedito. Difatti, dopo una stagione in Formula 3 e una in Formula 2 senza essere quasi notato è arrivato direttamente in Formula 1. Una vera e propria scalata che procede bene, ma il futuro è ancora tutto da vedere.

Federica Montalbano

Sono Federica, una ragazza palermitana con la passione per la scrittura e lo sport. Mi definisco una persona timida ma con tanta voglia di condividere le proprie idee, sempre alla ricerca di nuove avventure e nuove persone con cui lavorare in team. Qui, il mio amore per il Motorsport prende vita attraverso gli articoli, permettendomi di seguire insieme a voi tutto quello che succede nel mondo della Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.