Formula 1Mercato Piloti F1

Tsunoda-AlphaTauri si può fare già nel 2021

Honda spinge per avere il pilota giapponese classe 2000 in Formula 1 già a partire dalla prossima stagione

Il giovane Yuki Tsunoda potrebbe approdare in AlphaTauri già l’anno prossimo, forte dei suoi buoni risultati in Formula 2 e dell’appoggio di Honda

É dalla fine di agosto che non si fa che parlare di un probabile arrivo di Yuki Tsunoda in Formula 1 già nel 2021, sotto i colori del team AlphaTauri. Il pilota potrebbe seguire la strada già percorsa sia da Charles Leclerc che da George Russell giungendo in massima categoria dopo appena un anno din Formula 2.

Attualmente terzo in campionato con 147 punti (dietro Schumacher e Ilott) non dovrebbe avere difficoltà nel conquistare i punti necessari per l‘ottenimento della Superlicenza; anche se vi sono altri tre piloti, racchiusi in soli 7 punti (Lundgaard, Shwarztman e Mazepin), che si contendono il terzo posto con ancora due appuntamenti da disputare.

Il pilota nipponico appartenete al programma Red Bull Junior Team si avvale anche del supporto di Honda, che sarebbe più che lieta di avere un connazionale in una delle scuderia a cui fornisce le power unit. Con più probabilità si tratterebbe di AlphaTauri, la scuderia di Faenza, con cui effettuerà i rookie test di fine stagione ad Abu Dhabi. I colloqui tra Masashi Yamamoto, direttore di Honda in Formula 1, ed Helmut Marko, responsabile del programma della Red Bull, sono frequenti e la possibilità che Tsunoda possa esordire nel 2021 con AlphaTauri sono concrete.

IL GIAPPONESE VERSO L’ALPHATAURI, MA AL POSTO DI CHI?

In caso Tsunoda arrivasse in Formula 1 il sedile che prenderebbe sarebbe quello di Daniil Kvyat in AlphaTauri. Il pilota russo fino a questo momento sta disputando una stagione mediocre soprattutto confrontando i suoi risultati con quelli del compagno di squadra. Basti pensare alla tappa di Monza dove Gasly ha vinto la sua prima gara mentre il russo ha tagliato il traguardo solo nono. Kvyat conosce bene i cambi di umore di Helmut Marko (è già stato retrocesso dalla Red Bull all’allora Toro Rosso nel 2016 e appiedato nel 2017) e quanto siano importanti i risultati.

Silvia Quaresima

Pubblicità

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button