Formula 1

Toro Rosso, l'accoppiata Verstappen-Sainz zittisce tutti: precocità non vuol dire immaturità

formula-1-toro-rosso-max-verstappen-carlos-sainz-jr-001

A causa della loro giovane età, si erano attirati tutte le telecamere addosso, in attesa di un piccolo errore che li avrebbe scaraventati nel giro dei dannati. Se Sebastian Vettel, a Sepang, si è conquistato la prima vittoria in Ferrari, è bastata appena la seconda gara del Campionato 2015 di Formula 1 per rivalutare due giovanissimi come Max Verstappen e Carlos Sainz JR, entrambi a punti che hanno chiuso il Gran Premio della Malesia davanti alle Red Bull di Daniil Kvyat e Daniel Ricciardo.

Nonostante i dubbi della vigilia della stagione, la Toro Rosso ha dimostrato di averci visto giusto, ancora. Non sempre la parola precocità può andare a braccetto con immaturità e, sia Max sia Carlos, entrambi figli d’arte, lo hanno dimostrato ampiamente. Max Verstappen, figlio Jos, ex pilota di Formula 1, è diventato il pilota più giovane della storia della Formula 1 ad andare a punti in una gara del Mondiale all’età di 17 anni e 180 giorni, infrangendo il record stabilito nel 2014 da Daniil Kvyat. Proprio il pilota russo, che ora corre per la Red Bull assieme a Daniel Ricciardo, nella sua gara di esordio, in Australia, aveva chiuso la corsa in nona posizione, sempre con la Toro Rosso a 19 anni e 324 giorni d’età, a sua volta, levando il record di precocità a Sebastian Vettel, il più giovane a fare dei punti in una gara fino ad allora, grazie all’ottavo posto ottenuto nel GP degli Stati Uniti del 2007.

Nella top ten dei piloti più giovani della storia della Formula 1 ad andare a punti, troviamo ben 6 assi del volante che possono vantare esperienze in Toro Rosso, il team che più di tutti si rivela una vera e propria fabbrica di talenti. Oltre ai sopracitati, nella classifica troviamo anche Jaime Alguersuari e Sebastian Buemi, con trascorsi a Faenza e lo stesso Carlos Sainz JR, classe 1994, che con i suoi 20 anni e 195 giorni, occupa l’ottavo posto della classifica.

I piloti più giovani della storia della Formula 1 ad andare a punti

1. Max Verstappen – 17 anni e 180 giorni (Malesia 2015, 8° con Toro Rosso)
2. Daniil Kvyat – 19 anni e 324 giorni (GP Australia 2014, 9° con Toro Rosso)
3. Sebastian Vettel – 19 anni e 349 giorni (GP USA 2007, 8° con Toro Rosso)
4. Jaime Alguersuari – 20 anni e 12 giorni (GP Malesia 2010, 9° con Toro Rosso)
5. Jenson Button – 20 anni e 67 giorni (GP Brasile 2000, 6° con Williams)
6. Ricardo Rodriguez – 20 anni e 123 giorni (GP Belgio 1962, 4° con Ferrari)
7. Sebastien Buemi – 20 anni e 149 giorni (GP Australia 2009, 7° con Toro Rosso)
8. Carlos Sainz JR – 20 anni e 195 giorni (GP Australia 2015, 9° con Toro Rosso)
9. Nico Rosberg – 20 anni e 258 giorni (GP Bahrain 2006, 7° con Williams)
10. Chris Amon – 20 anni e 309 giorni (GP Olanda 1964, 5° con Reg Parnell Racing)

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close