Mercato Piloti F1

Toro Rosso, Carlos Sainz JR: «Verstappen titolare in Formula 1? Io lo merito di più»

formula-1-Carlos-Sainz-JR-anche-io-merito-toro-rosso-2014-001

Fino al momento in cui la Red Bull non ha deciso di mettere sotto contratto Max Verstappen, Carlos Sainz JR era il pilota di punta dello Junior Team, il predestinato a salire sulla Toro Rosso come titolare, nel momento in cui se ne fosse presentata l’occasione. L’iberico, vincitore del campionato di Formula Renault 3.5, si sente trascurato da parte dei vertici della Red Bull: con l’annuncio che Verstappen prenderà il posto di Vergne in Toro Rosso, il debutto nella massima serie di Sainz sembra appeso ad un filo, visto che, differentemente a quanto si era detto in precedenza, il team faentino potrebbe confermare il più esperto francese al fianco del giovanissimo che venerdì sarà in pista nelle libere 1.

«Max Verstappen era terzo nel suo campionato, che è stato vinto da un rookie (chiaro riferimento a Esteban Ocon). Sono il più giovane nella storia e ho raccolto vittorie, record e giri veloci. Se Verstappen merita questo sedile, allora io lo merito ancora di più», ha commentato a Marca lo spagnolo figlio d’arte. L’unico dei piloti della F3 di quest’anno a tentare il passaggio in Formula 1 nel 2015 sarà proprio Verstappen, che in campionato però è arrivato terzo, alle spalle di Ocon, campione di categoria, e all’anglo-svedese Tom Blomqvist, secondo e nel programma dei giovani piloti della Red Bull. Sainz Jr, 20 anni appena compiuti, sembrava destinato a prendere il posto di Vergne in Toro Rosso, soprattutto dopo i risultati ottenuti la stagione passata, quando provando la Red Bull di Ricciardo risultò essere solo 4 decimi più lento.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio