Analisi della redazioneFormula 1

Tanti cambi di sedile nel Mondiale 2021: chi si è adattato meglio sino a ora?

Ben sei team hanno cambiato un membro della propria lineup: è tempo di fare i primi raffronti

Se il Mondiale 2021 non ha portato grosse novità sotto il punto di vista regolamentare ben più movimentato è stato il mercato piloti

Dopo sei gare possiamo trarre un primo bilancio delle nuove coppie di piloti che si sono formate in questo Mondiale 2021. I pochi test pre-stagione sembrano, come ci si attendeva, aver reso particolarmente difficile l’adattamento alle nuove vetture dei piloti che in questa stagione hanno cambiato colori, ma non sono mancate le sorprese.

Partiamo da Red Bull. La casa austriaca era alla ricerca di un degno scudiero da affiancare a Max Verstappen e, al momento, sembra averlo trovato. Non sono mancate le difficoltà, specie nelle primissime corse, ma non c’è paragone rispetto alle prestazione messe in evidenza da Pierre Gasly prima e Alexander Albon successivamente.

Il clamoroso KO nell’ultimo GP di Baku e la conseguente vittoria di Perez ha avvicinato i due piloti più di quanto questo Mondiale abbia detto, ma le prestazioni del messicano lasciano ben sperare lato costruttori, specie con una Mercedes così ‘sciupona’.

Punti: Verstappen – Perez: 60% a 40%
Risultato in gara: Verstappen – Perez: 83 % a 17%
Risultato in qualifica: Verstappen – Perez: 83% a 17%

Il risultato più netto tra i due compagni di team, almeno prestazionalmente, è fino a ora in McLaren. Nonostante a numeri, perlomeno in qualifica, la differenza non paia così grande, Daniel Ricciardo si è dimostrato nettamente più in difficoltà rispetto al nuovo compagno di box.

In questo momento a McLaren stanno mancando i punti dell’australiano nella corsa al terzo posto costruttori, un obiettivo sempre più difficile vista la crescita esponenziale dimostrata da Ferrari negli ultimi appuntamenti.

Punti: Norris – Ricciardo: 71% a 29%
Risultato in gara: Norris – Ricciardo: 83% a 17%
Risultato in qualifica: Norris – Ricciardo: 50% a 50%

SAINZ VELOCE MA POCO CONCRETO

Discorso diverso in Ferrari. Carlos Sainz ha stupito tutti per la velocità dimostrata sin da subito a bordo della SF21. Al momento il pilota catalano è mancato in molti momenti decisivi del weekend di gara (specie in qualifica) cosa che non gli ha permesso di massimizzare il suo potenziale.

Punti: Leclerc – Sainz: 55% a 45%
Risultato in gara: Leclerc – Sainz: 67% a 33%
Risultato in qualifica: Leclerc – Sainz: 83% a 17%

In Aston Martin un improvviso cambio di rotta nelle ultime due gare. Se i primi quattro appuntamenti vedevano un Lance Stroll più competitivo del neo arrivato Sebastian Vettel, nelle ultime due corse il 4-volte campione del mondo ha messo in mostra tutto il suo potenziale passando a 0 a 28 punti grazie a due piazzamenti degni di nota nei cittadini di Monaco e Baku.

Punti: Stroll – Vettel 25% a 75%
Risultato in gara: Stroll – Vettel 50% a 50%
Risultato in qualifica: Stroll – Vettel: 50% a 50%

L’ARRIVO DI ALONSO RIVITALIZZA OCON, MA A BAKU SORPASSA IL NUOVO COMPAGNO DI TEAM

L’attesissimo ritorno di Fernando Alonso ha trovato un Esteban Ocon forse mai così in palla in Formula 1. Ora regna l’equilibrio tra i due; se da un lato il francese si è dimostrato più costante, l’asturiano ha messo in pista tutto il suo talento nelle occasioni più insidiose, svettando nel confronto per un solo punto.

Punti: Ocon – Alonso 48% a 52%
Risultato in gara: Ocon – Alonso: 83% a 17%
Risultato in qualifica: Ocon – Alonso: 67% a 33%

Unica scuderia ad aver affiancato un rookie al pilota di riferimento è stata AlphaTauri. Il team di Faenza conferma la filosofia adottata sin dal primo anno di esistenza, mettendo in macchina il primo classe 2000 della storia della Formula 1.

Al momento solo qualche sprazzo per Yuki Tsunoda che, nonostante evidenti difficoltà di adattamente, ha lasciato intravedere il talento mostrato in Formula 2 lo scorso anno. Il giapponese avrà tutta la possibilità di crescere nella seconda metà del Mondiale 2021. Al momento risultato netto rispetto al compagno Gasly.

Punti: Gasly – Tsunoda: 79% a 21%
Risultato in gara: Gasly – Tsunoda: 83% a 17%
Risultato in qualifica: Gasly – Tsunoda: 100% a 0%

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.