DichiarazioniFormula 1

Steiner: “Alonso? Un pilota dalle abilitá impossibili da replicare”

Il team principal della Haas elogia il pilota asturiano ritenendo che avere quarantanni lo ha reso migliore

Sembra che le abilitá di Fernando Alonso migliorino con l’etá. Il pilota asturiano é stato oggetto di elogi da parte di Steiner

Recentemente Steiner é stato al centro delle polemiche per il burrascoso rapporto con Mick Schumacher per il quale non ha esitato a esporre le sue lamentele su quanto accaduto la scorsa stagione. Non accade lo stesso invece per Alonso del quale il team principal riconosce le straordinarie abilitá e per il quale nutre grande ammirazione.

Il talento di Fernando Alonso é qualcosa che nessuno mette in dubbio e il suo sbarco alla Aston Martin ne é una prova. Avere una vettura dal grande potenziale per raggiungere le posizioni di testa ha permesso di rivedere la sua guida eccellente, ma soprattutto ha ridato la speranza a milioni di tifosi.

Tutti coloro che seguono la F1 sanno che Fernando è un pilota che ha una serie di abilità che nessuno degli altri piloti ha. A mio parere, é in grado di gestire la gara da solo dall’interno della monoposto. Inoltre, ha anche molto talento nel pilotare“, ha dichiarato Steiner in un’intervista con talkSPORT. In Arabia Saudita, per esempio, l’asturiano é stato un maestro nella gestione della gara riuscendo ad anticipare la squadra nell’affrontare possibili situazioni.

40 anni e non sentirli…

Un po’ come accade con il vino, anche Alonso sembra migliorare sempre piú con l’avanzare dell’etá. Se é vero, infatti, che molti sportivi cominciano a perdere qualitá dopo i trent’anni, a Fernando é successo il contrario. Tutti rimangono stupiti dinanzi alle strabilianti performances che ci ha regalato nelle ultime gare con l’Aston Martin tre podi su tre gare.

Avere più di 40 anni lo ha reso migliore invece di tornare indietro. Questo fenomeno è certamente incredibile. La decisione che ha preso l’anno scorso di cambiare squadra si è rivelata abbastanza buona per lui”, ha sottolineato Steiner.

Infine, il team manager di Haas ha voluto sottolineare che la Red Bull non è irraggiungibile nonostante la sua padronanza. Confida che un giorno smetteranno di progredire, ma come con Mercedes anni fa. Chissá se non sia proprio l’Aston Martin con il talentuoso quarantaduenne a poterli raggiungere…

 

 

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio