DichiarazioniFormula 1Gran Premio Italia

Smentite le voci sulla presunta cancellazione del GP di Monza

Il presidente dell’ACI ha smentito categoricamente i rumor emersi nelle scorse ore. Il Gran Premio di Monza si farà, anche se a porte chiuse

Nonostante la grave situazione, il GP di Monza rappresenta uno di quei pochi appuntamenti che non possono mai mancare nel calendario della Formula 1

Dopo la cancellazione del Gran Premio di Francia e la conferma di quello inaugurale in Austria, la Formula 1 sta ancora lavorando duramente per stilare un nuovo calendario per il campionato 2020. Tra i grandi assenti, a dispetto dei rumor emersi in queste ultime ore, non ci sarà il GP di Monza. A confermare l’appuntamento italiano ci ha pensato il presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani.

Il manager dell’ACI spera che Liberty Media tenga in considerazione il Gran Premio d’Italia durante l’impostazione della parte europea del nuovo calendario. Da parte sua, Damiani ha escluso la cancellazione dell’evento, anche se molto probabilmente sarà necessario disputarlo a porte chiuse. “Siamo convinti che il nostro Grand Prix ci sarà, anche se quasi sicuramente a porte chiuse. Non capiamo perchè siano uscite notizie false che sostenevano la cancellazione”.

MONZA CI SARÀ, ANCHE A COSTO DI DISPUTARE LA GARA A PORTE CHIUSE

“Non sappiamo cosa accadrà fino a inizio settembre, ma speriamo di porre fine a questa urgenza. Speriamo in un miracolo, ma nel frattempo ci prepariamo a un GP a porte chiuse”. Queste drammatiche circostanze, costringeranno i promoter a fare a meno di gran parte delle entrate provenienti dalla vendita di biglietti. “Ovviamente sarà un sacrificio per noi. Non siamo interessati a organizzare un Gran Premio senza tifosi per molte ragioni, quindi stiamo vedendo come regolarci, perchè il pubblico è una componente del reddito totale“.

Infine, Angelo Sticchi Damiani ha escluso la possibilità di disputare una seconda gara a layout inverso come invece hanno proposto altri organizzatori. “No, i circuiti hanno una direzione, con tutte le barriere e le strutture progettate per funzionare in quella specifica direzione”. Ricordiamo che il Gran Premio di Monza era inizialmente previsto per il 6 settembre, ma con l’Italia che sta per entrare appena nella Fase 2, le probabilità che la gara venga disputata in quella data è molto bassa.

Topics
Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close