DichiarazioniFormula 1Gran Premio Belgio

Seidl su Spa: “Cancellare le penalità in caso di risultato basato sulla qualifica”

Il team principal McLaren ha difeso la prestazione del suo pilota Lando Norris, danneggiato dalla modalità di assegnazione punti nell’ultimo GP

Proseguono gli strascichi del post Spa: Andreas Seidl sostiene l’assurdità nel calcolare le penalità applicate post qualifica

Continua la diatriba a seguito della discussa decisione nell’ultimo Gran Premio del Belgio di far disputare due sole tornate di gara, utili ad assegnare metà punteggio. Secondo il team principal McLaren, Andreas Seidl, in casi simili sarebbe più corretto assegnare i punti sul risultato della qualifica escludendo le varie penalità comminate dopo la sessione.

Uno dei piloti maggiormente penalizzati nell’ultima gara senza dubbio è stato Lando Norris. Dopo il crash nel Q3, il pilota britannico non ha potuto mantenere nemmeno la decima posizione vista la necessità di sostituire la trasmissione dopo il botto. Un aspetto che lo ha costretto a scattare dalla quindicesima posizione, impedendogli di conquistare mezzo punto nell’ultima gara belga frutto di metà punteggio offerto dalla decima piazza. Il risultato gli avrebbe anche consentito di classificarsi davanti a entrambe le Ferrari.

L’idea lanciata dall’ingegnere McLaren deriva, con tutta probabilità, anche da questo aspetto. Va comunque sottolineato come molti personaggi del paddock si sono espressi sulla vicenda. Una brutta pagina del motorsport che non andrà ripetuta in futuro, andando ad agire sull’attuale regolamento.
 

LE IDEE LANCIATE DAI PILOTI

Anche i piloti hanno lanciato qualche idea per evitare di ripetere il non spettacolo offerto dall’ultima gara. C’è chi, come Pierre Gasly, ha proposto di introdurre delle sorta di parafango sul posteriore delle monoposto, così da ridurre lo spray sollevato dagli pneumatici. Secondo Max Verstappen sarebbe l’orario da rivedere: far scattare le corse con almeno un’ora di anticipo permetterebbe più margine nell’aspettare un miglioramento delle condizioni metereologiche. Ricordiamo che fino a pochi anni fa l’inizio delle gare era fissato proprio per le 14.

Problemi che dovrebbero essere scongiurati almeno in questo appuntamento di Zandoort. La Federazione si è già attivata per trovare soluzioni e non far fermare lo spettacolo in pista nel prossimo futuro.

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.