DichiarazioniFormula 1

Seidl: “La cresita del team sarà rallentato da questo blocco”

Il team principal della McLaren ha ammesso che la pausa forzata causerà dei rallentamenti nello sviluppo del team

Il tedesco ha spiegato che la chiusura della fabbrica rallenterà la crescita della squadra

La pausa forzata dall’epidemia di Coronavirus pare abbi rallentato la crescita della McLaren. Il team di Woking lo scorso hanno ha segnato una netta ascesa che gli ha permesso di passare dal sesto al quarto posto nei costruttori.

Il team principal Andreas Seidl è convinto che la squadra sia in grado di proseguire la parabola ascendente anche se questo stop ai lavori, sicuramente ha rallentato i piani di sviluppo, volti a colmare il gap con i top team. “Prima di tutto, la cosa più importante al momento è superare questa crisi e sopravvivere come squadra e come Formula 1″, ha detto Seidl a media selezionati tra cui Motorsport.com. “È una situazione difficile per tutti, ma sono fiducioso che non appena attraverseremo questa crisi, potremo proseguire lo slancio positivo che avevamo intrapreso prima di dover chiudere i battenti”.

Il lockdown ovviamente influenza anche il lavoro al di fuori della pista. Il team principal di Monaco sta pianificando, comunque, una revisione delle infrastrutture con l’intento di apportare una serie di miglioramenti, tra cui una nuova galleria del vento. “Anche qui, è ancora difficile sapere esattamente a quanto ammonteranno i ritardi. Una cosa è certa, al momento l’intera fabbrica, a parte il reparto addetto alla produzione di ventilatori, è completamente chiusa. Ciò significa che anche i progetti infrastrutturali sono in sospeso”.

La McLaren aveva riposto le sue speranze sui nuovi regolamenti tecnici per il 2021 come un’opportunità per colmare ulteriormente il divario con costruttori del calibro di Mercedes, Ferrari e Red Bull. I nuovi regolamenti sono stati ora rimandati alla stagione 2022, il che significa che le squadre di metà classifica dovranno attendere più a lungo per beneficiare di un potenziale scossone.

“Non è un segreto che noi come McLaren stiamo spingendo molto per mettere in atto questi nuovi regolamenti già nel 2021″, ha aggiunto Seidl. “Ma allo stesso tempo comprendiamo e supportiamo appieno il motivo per cui sono stati rimandati”. L’ingresso del budget cup, almeno per il momento, rimane fissato al 2021. La cifra a cui era stato fissato il tetto delle spese era pari a 175 milioni di dollari. McLaren ed altri team però vorrebbero un ulteriore abbassamento a 100 milioni, come rimedio alla crisi causata da questo virus.

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close