Ricciardo: in caso di addio RedBull c’è l’America

Con il campionato giunto agli sgoccioli i team sono già tutti in ottica 2016, tutti tranne uno: la RedBull il cui futuro appare tutt’altro che certo. Ultimamente si è parlato di un possibile accordo con la Honda, ma benché Horner si sia pronunciato a favore, il boss McLaren Dennis non vedrebbe di buon occhio la cosa.
Da Milton Keynes continuano a ribadirsi pronti a lasciare la F1 nel caso in cui non si trovasse un motore per la prossima stagione; a quel punto se dovesse verificarsi questo scenario, Ricciardo e il suo compagno Kvyat si ritroverebbero senza un sedile per il 2016.
Il pilota russo si dice ottimista riguardo alla faccenda mentre l’australiano sta valutando altre possibili opzioni e tra di queste sembra ci sia l’America.

Dale Jr. mi ha invitato a partecipare ad una gara Nascar l’anno prossimo, magari potrei prendere la cosa in considerazione se mi ritroverò senza un sedile la prossima stagione” ha scherzato Ricciardo quando gli è stata posta una domanda riguardo il futuro del suo attuale team.

La proposta è arrivata prima del GP del Messico: quando il pilota Nascar Dale Earnhardt Jr ha apertamente invitato Dani a prendere parte ad una gara del campionato americano, dopo che Ricciardo aveva voluto omaggiare il padre del pilota scegliendo il num 3 per la sua vettura.
I’australiano della RedBull ha risposto con un tweet affermando che avrebbe dato un’occhiata al calendario ASAP 2016; ammettendo poi, che potrebbe essere una valida opzione in caso si verificasse la peggiore delle ipotesi.

Mi piacciono molto gli Stati Uniti e sarei contento di poter vivere e correre lì un giorno, magari dopo la F1. Adesso devo pensare a me in questo momento, quindi se saremo ancora qui o no il prossimo anno, se non avrò un posto potrei rifletterci seriamente.” Ha ammesso Ricciardo

Nel caso il pilota continui con la RedBull, potrebbe accettare lo stesso l’offerta di Earnhardt Jr; infatti, il calendario Nascar prevede 3 gare durante la pausa estiva.

Anna Polimeni

Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio