DichiarazioniFormula 1

Renault: dal 2021 in pista con il nome di Team Alpine F1

Il team di Enstone continua la sua fase di rinnovo, accogliendo all’interno del paddock un nuovo marchio, già simbolo di eccellenza nel motorsport

Il 2021 sarà l’anno delle novità per la scuderia francese, che accoglierà non solo un nuovo pilota, ma anche una nuova denominazione

La Renault non intende abbandonare il Circus, questo è ormai chiaro. Ma rimanere nel mondo delle quattro ruote per il team francese significa aprire le porte a diversi cambiamenti. Il più importante? Dal 2021 Alpine prenderà il posto di Renault e il team andrà sotto il nome di Team Alpine F1. Questa novità, che arriva dopo l’annuncio del ritorno di Fernando Alonso, è frutto di un cambiamento radicale all’interno del Gruppo Renault.

Il tutto si deve alla nuova posizione di CEO ricoperta da Luca De Meo, che ha deciso di rivoluzionare il Gruppo concentrando la propria attenzione su alcuni marchi chiave: Renault, Dacia, Alpine e New Mobility. Di conseguenza, per ampliare il raggio dei cambiamenti portati all’interno della Casa, De Meo ha coinvolto anche il team di Formula 1. Cyril Abiteboul, attualmente team principal della scuderia, continuerà a ricoprire questo ruolo, ma sarà incaricato di dare prestigio al marchio Alpine anche attraverso il mondo dell’alta velocità.

ALPINE SOSTITUISCE RENAULT, MA NON DEL TUTTO

L’entrata in scena del nuovo marchio non sarà però totale. Il nome Renault, infatti, rimarrà in Formula 1 per quanto riguarda i motori ibridi Renault E-TECH, mentre il telaio delle monoposto sarà appunto marchiato Alpine. In generale, però, si tratta di un cambiamento che per il team di Enstone arriva in un momento cruciale, i cui squadra e piloti sono determinati a riportare la vettura agli antichi splendori.

Questo cambiamento arriva in un momento chiave nel percorso che squadra e sport stanno intraprendendo. Alpine porta con sé un nuovo significato, nuovi obiettivi e valori, ma anche nuovi colori all’interno del paddock, unito allo spirito competitivo di altre categorie e all’agilità francese. Questi saranno gli asset su cui ci concentreremo per preparare tutto  il necessario per il 2022“.

Con queste parole Abiteboul ha accolto Alpine come sostituto di Renault, motivato a fare della propria squadra uno dei top team in lizza per il mondiale. Inoltre, il team principal è convinto che – insieme agli altri cambiamenti in arrivo per i prossimi anni – questo nuovo punto rappresenti per la scuderia un ulteriore punto di forza a cui aggrapparsi per raggiungere gli obiettivi prefissati per i prossimi anni.

UN SIMBOLO DELL’ECCELLENZA FRANCESE

Anche se fino a questo momento Alpine non è mai apparso come produttore in Formula 1, si tratta comunque di un marchio molto rinomato e conosciuto all’interno del Motorsport. Notevoli, infatti, sono stati i risultati raggiunti in competizioni come la 24 Ore di Le Mans e il mondiale di rally. Di conseguenza, tutte le premesse sembrano perfette per aiutare la scuderia francese alla scalata al successo, iniziata già in questi ultimi Gran Premi, con un recupero di competitività molto evidente.

Alpine è un marchio bellissimo, potente e vibrante. Porta un sempre un sorriso sui volti dei suoi sostenitori. Introducendo Alpine, simbolo dell’eccellenza francese, nelle gare automobilistiche più prestigiose del mondo, continuiamo a sostenere l’avventura dei costruttori in uno sport che si sta rinnovando” ha dichiarato De Meo dopo l’annuncio. “Stiamo portando un marchio da sogno a uno dei più grandi nomi della Formula 1, per realizzare competizioni spettacolari e incontrare l’entusiasmo dei fan. Alpine porterà i suoi valori anche nel paddock della Formula 1: eleganza, ingegno e audacia“.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.