Curiosità dalla F1

Formula 1 | Red Bull e TAG Heuer insieme fino al 2018

TAG Heuer, il marchio delle power unit Renault della Red Bull, ha rinnovato con il team anglo-austriaco per almeno due anni, dati i successi della stagione 2016

La partnership tra il team Red Bull e TAG Heuer, divenuto il marchio delle loro power unit Renault, è stata estesa al 2018 come coronamento di un primo anno di successi e progressi.

Il brand di orologi TAG Heuer a fine 2015 ha abbandonato la McLaren-Honda per unirsi alla squadra di Milton-Keynes, con l’incognita motore 2016 tra offerte ridicole da parte della Ferrari e la Renault. Il neo-acquisito sponsor è quindi giunto in aiuto e ora il deal viene rinnovato per almeno due anni, senza escludere ulteriori estensioni dettate da ulteriori incrementi di visibilità e vittorie.

“Dopo un primo anno di successi, Red Bull Racing e TAG Heuer sono lieti di annunciare che continueranno la propria unione, e la squadra continuerà ad avere i motori firmati TAG Heuer per altri due anni, fino alla stagione 2018” recita un comunicato stampa della squadra anglo-austriaca.

Sono molto contento di estendere questa associazione con TAG Heuer. – ha dichiarato il team principal Christain HornerQuesto e Red Bull sono due brand che hanno grande passione per le corse, ma anche la voglia di operare in modo differente e questo è alla base della nostra unione. Lo slogan “Don’t crack under pressure” (“Non cedere sotto pressione”) è lo stesso che noi seguiamo ogni giorno”.

Marc Biver, Global Sports Director della compagnia svizzera ha commentato: “La Formula 1 è parte del DNA di TAG Heuer. La Red Bull è una squadra giovane e dinamica, perfettamente in sintonia con la nostra strategia di marketing. Abbiamo molte sfide all’orizzonte, che sono creative ed emozionanti. L’appoggio di Red Bull e il suo entusiasmo è altamente contagioso”.

Pubblicità

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.