Formula 1Gran Premio Abu Dhabi

Presidente FIA: “Dobbiamo proteggere l’integrità della F1”

Mohammed Ben Sulayem ha parlato dell’imminente decisione della Federazione in merito agli avversi episodi dell’ultimo GP ad Abu Dhabi

A breve, la decisione della FIA sugli eventi di Abu Dhabi. Cosa succederà?

La stagione 2022 è ormai alle porte, ma il fuoco divampato al termine dell’ultimo appuntamento mondiale lo scorso anno non si è ancora spento. Tutto il mondo è infatti in attesa di scoprire cosa deciderà la Federazione in merito agli eventi che hanno visto Max Verstappen conquistare il suo primo titolo iridato, dopo una controversa gestione di gara da parte del Direttore Michael Masi. Gli appassionati hanno urlato allo scandalo e alcuni hanno persino chiesto a gran voce che il mondiale fosse consegnato nelle mani di Hamilton. Lui ai loro occhi è il legittimo vincitore del duello.

Un post campionato come non se ne vedevano da tempo, reso ancor più dinamico dal silenzio tombale dello sconfitto, sparito da ogni radar per due mesi. Ma, ora che Hamilton è tornato (ed è stato anche regolarmente confermato alla guida della Mercedes), si riafferma al centro del tavolo delle discussioni il lunghissimo braccio di ferro tra Red Bull, Mercedes e FIA. Che ci fossero provvedimenti da prendere è stato sin da subito chiaro, ma quali?

Voglio un Motorsport equo. E’ il mio dovere

A parlare dello spinoso argomento è proprio Ben Sulayem, Presidente FIA, che, a Sky F1, si è detto convinto che l’azione della Federazione sarà concreta e che potrà così garantire un mondiale migliore: “Siamo d’accordo su alcune cose e l’analisi è ancora in corso, ma arriverà presto un verdetto. C’è stata una buona discussione e le informazioni saranno annunciate a breve“, ha dichiarato parlando dell’incontro di ieri della Commissione della F1 a Londra. “Sicuramente, come abbiamo detto, l’integrità della FIA sarà sempre intatta. Sono stato eletto per fare ciò, ma anche per avere un Motorsport equo: questo è il mio dovere“.

Abbiamo ripercorso molte tappe importanti della stagione, quindi mi aspetto un buon mondiale di F1. Questo è importante per la FIA, per la sua integrità e per lo sport. Possiamo solo migliorare il futuro“, ha poi concluso.
Sembra che tra le proposte in campo ci sia quella di affiancare nel suo ruolo di Direttore di gara Michael Masi, per far sì che possa gestire il lavoro con meno stress e difficoltà. Eduardo Freitas e Niels Wittich i possibili nomi dei potenziali favoriti per tale ruolo.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, ho una Laurea Triennale in Lingue Straniere e una Laurea Magistrale in Linguistica, entrambe conseguite nella Capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, spazio, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio