DichiarazioniFormula 1

Penalità Red Bull, niente riscontri sui risultati in pista

Secondo i team avversari, le sanzioni inflitte alla scuderia austriaca la metteranno in difficoltà, ma non per quanto riguarda il raggiungimento di ottimi risultati

Secondo le principali rivali, la penalità inflitta al team di Milton Keynes per lo sforo del budget cap influenzerà il team, ma non nei risultati

Al termine della scorsa stagione, la Red Bull ha subito una penalità per aver superato il limite economico del budget cap. La penalità incide fortemente sullo sviluppo aereodinamico della monoposto del 2023, con una riduzione temporale in galleria del vento del 10%. A confronto, ad esempio, la Mercedes avrà a disposizione il 25% del tempo in più per l’aereodinamica nella prima parte della stagione.

Le limitazioni peseranno sicuramente sullo sviluppo della nuova monoposto in casa Red Bull, ma i suoi avversari sono convinti che ciò non provocherà un drastico calo di prestazione. Riguardo questo, il direttore tecnico dell’Aston Martin Dan Fallows che ben conosce l’ambiente del team austriaco afferma: “Vengono da una posizione molto forte con la vettura dell’anno scorso. In questa stagione ci sono dei cambiamenti di regolamento, ma non sono enormi”.

La Red Bull è in una posizione molto forte quest’anno“, continua Fallows. “Penso che la restrizione delle ore in galleria del vento, che si rifletterà anche sull’attività in pista, li penalizzerà nel corso della stagione. Credo però che abbiano una grande forza e una grande esperienza con questo regolamento e sono sicuro che cercheranno di minimizzare l’impatto di questa penalità“.

L’opinione del diretto rivale

Il team trincipal della Mercedes Toto Wolff concorda sul fatto che la sanzione aereodinamica darà fastidio a Red Bull, ma non provocherà un drastico calo di prestazione della vettura. In merito a ciò, l’austriaco afferma: “Penso che l’anno scorso abbiano fatto un ottimo lavoro con una monoposto più veloce di un secondo e mezzo rispetto a tutte le altre. Credo che la mancanza di tempo in galleria del vento non sia di certo un bene per loro e che sia un vantaggio per noi in questa stagione”.

Anche la Mercedes in passato si era ritrovata nella stessa posizione, per questo il team di Brackley a seguito della sua esperienza dimostra che non è una cosa indolore riuscire a superare queste restrizioni. Conclude Wolff: “Abbiamo vinto e quindi abbiamo avuto meno tempo in galleria del vento rispetto a tutti gli altri nelle ultime due stagioni. A Red Bull peserà sicuramente, ma ripeto che se saranno efficienti, come hanno già dimostrato di essere, non sarà un grosso problema per loro“.

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio