DichiarazioniFormula 1

Mika Salo: “La lotta per il titolo? Ferrari non…”

L’ex pilota finlandese crede che a Maranello debbano riporre nel cassetto le speranze iridate

Mika Salo ha parlato della lotta per il Mondiale sottolineando come Ferrari, prima di poter pensare al titolo, debba risolvere i suoi problemi

Questa stagione in termini di performance è stata particolarmente buona per Ferrari, come confermato da Mika Salo durante un’intervista rilasciata a Racingnews365.com. Secondo il finlandese la scuderia di Maranello ha però commesso svariati errori: “La Ferrari è sicuramente molto veloce, ma c’è qualcosa che va sempre storto. A volte sono i piloti a commettere errori, a volte la squadra. I Mondiali non si vincono in questo modo“, ha criticato. Le premesse ad inizio stagione sembravano diverse, complice anche l’affidabilità di Red Bull: “All’inizio la Ferrari era molto forte e Max ha avuto problemi. Sembrava che sarebbe stato un titolo facile per Leclerc“.

L’andamento di questa annata ricorda molto quelle del 2017 e 2018. La Rossa, dopo un inizio scoppiettante, fu protagonista di un declino prestazionale a causa di errori dei piloti, scelte strategiche rivedibili e problemi di affidabilità. Anche in questo 2022 il cammino zoppicante del Cavallino Rampante deriva dalle stesse medesime aree: “È difficile dire cosa causi questi problemi, ma sono sicuro che indagheranno a fondo, analizzeranno e risolveranno“.

Salo tuona: “La Rossa non merita di vincere il titolo”

L’ex pilota non crede che sia necessaria una riorganizzazione all’interno del team: “C’è sicuramente molta pressione sulla squadra, ma questo vale per tutti. La dirigenza è sempre sotto pressione e bisogna anche considerare che Ferrari ha cambiato più volte gestione“. Il finlandese fa anche i complimenti al Team Principal Binotto: “Penso che Mattia abbia fatto davvero un ottimo lavoro nel riportare la squadra al vertice. Rimangono da sistemare sono alcuni piccoli dettagli” – spiega Salo – “Il sabato vanno alla grande, ma la domenica sembra che cerchino di perdere la gara anzichè vincerla“.

Con 177 punti da recuperare tra Campionato Piloti e Costruttori, l’ex Tyrrell ha una certezza: “Vista la situazione di Ferrari, non credo affatto che meriti il titolo“. In conclusione, una speranza per la seconda parte di stagione che ci apprestiamo a vivere a partire dal GP del Belgio: “Sarebbe bello se risolvessero tutti i problemi dopo la pausa estiva, perché vogliamo tutti vedere gare emozionanti e un’entusiasmante battaglia per il titolo. Magari anche con l’inserimento di Mercedes che lotta per qualche vittoria“.

Martina Luraghi

Amante dello sport: a primeggiare sono ovviamente i motori, ma anche il calcio e un pizzico di tennis. Tra gli altri interessi spiccano la musica e tutto ciò che riguarda il Giappone, da cui nasce la mia voglia di viaggiare. Il mio grande obbiettivo è far diventare la mia passione un vero e proprio lavoro, arrivando a girare per i paddock di tutto il Mondiale di Formula 1. "Believe it." è da sempre il mio motto che rispecchia il mio carattere ambizioso e la determinazione che ho nel raggiungere i miei sogni. Può sembrare banale, ma voglio svegliarmi la mattina essendo felice perchè faccio quello che amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio