DichiarazioniFormula 1

Mercedes si dimostrerà all’altezza di Hamilton?

Dopo una deludente stagione, ora il team tedesco deve dare in mano al campione una vettura competitiva

Le capacità di Lewis Hamilton, sette volte campione del mondo, sono indiscutibili. E con la consapevolezza di avere in squadra un pilota di questo calibro, ora sta a Mercedes fornire il britannico della giusta monoposto. La W13 si è rivelata fallimentare. Il progetto 2023, si rivelerà vincente?

Ce l’ha ancora ben impresso quel giorno di dicembre 2021. L’ottavo titolo mondiale di Lewis Hamilton grida vendetta. Gli è stato portato via sotto i denti. E se il 2022 non ci ha potuto regalare il rematch tra Verstappen e Hamilton, che possa la nuova stagione essere quella giusta?

Beh diciamo, che in questo contesto gioca un ruolo molto importante la monoposto che Mercedes darà ad Hamilton. Come era davvero difficile da immaginare, il cambio regolamentare ha danneggiato molto il team anglo tedesco. Nonostante negli anni ci abbiamo insegnato ad essere estremamente abili e pronti ad accogliere questi tipi di cambiamenti, l’effetto suolo stavolta ha colpito in negativo.

La W13 più volte è stata commentata come vettura inguidabile, il che ha portato al terzo posto costruttori ed una unica vittoria in campionato. Risultati tutt’altro che soddisfacenti per un team come Mercedes.

Ma con i progressi che ci hanno mostrato negli ultimi appuntamenti della scorsa stagione, ed una rinnovata consapevolezza dei loro mezzi, tutto ci fa presagire che la W14, vettura che Mercedes presenterà il 15 Febbraio, possa davvero lottare per vincere.

Mark Blundell: “Nessun dubbio sulle capacità di Lewis”

Con la stagione 2022 usata dai team per capire al meglio le macchine di nuova generazione, appare abbastanza chiaro come nel 2023 avremo molti miglioramenti. E come anche già detto, quindi, è logico aspettarsi un bel balzo in avanti per il team tedesco con sede a Brakley.

Non è della stessa opinione, però, Mark Blundell, vecchio pilota di Formula 1 e vincitore di Le-Mans. “Non so se Lewis potrà contendersi il titolo per il 2023. Non sono sicuro che la Mercedes gli dia una vettura sufficientemente forte” – ha dichiarato a PlanetF1.com.

Non sto ponendo alcun dubbio su Lewis e sulla sua capacità di lottare per il mondiale. Già ci ha dimostrato le sue capacità. Ma chiaro che per vincere devono esserci ambedue le componenti auto e pilota. E qualcosa nel profondo della mia mente mi dice che Mercedes non sarà la vettura più veloce in pista.

Ragionamento più che lecito quello di Blundell. Abbiamo visto importanti miglioramenti sulla monoposto W13 da parte degli uomini Mercedes, ma anche a fine anno, il divario con Red Bull era importante. E presupponendo anche il lavoro di sviluppo portato avanti dai bibitari, è chiaro resta difficile anche solo provare a stilare una classifica delle potenze in griglia. Certo che la battaglia a tre punte che tanto ci aspettavamo con il cambio regolamentare, potrebbe concretizzarsi, ora più che mai…

Gabriele Bonciani

Fiorentino, laureato in Economia e Turismo, grandissimo amante delle quattro ruote. Mi sono innamorato della Ferrari grazie a Vettel, che mi faceva urlare ed emozionare davanti allo schermo. Poter scrivere del mio sport preferito mi rende orgoglioso e voglio coltivare sempre più questa passione. Nella speranza di tornare a gioire al più presto... #essereFerrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio