DichiarazioniFormula 1

Mercedes: “Hamilton si è ripreso. Tornerà più forte”

Il direttore tecnico del team di Brackley, Mike Elliott, ci aggiorna sullo stato di salute del suo pilota, apparso provato dopo il GP Ungheria

Nel post gara in Ungheria, Lewis Hamilton si è mostrato piuttosto spossato. Mike Elliott, direttore tecnico Mercedes assicura sullo stato del pilota

Al GP d’Ungheria, Lewis Hamilton è stato protagonista di una rimonta, dopo essersi ritrovato in fondo al gruppo con la sua Mercedes, al ritorno in pista dopo il primo cambio gomme. Ha tagliato il traguardo sotto la bandiera a scacchi in seconda posizione. Nel post gara, nonostante il risultato, il campione inglese era apparso preoccupato e visibilmente provato a livello fisico.

Il pilota britannico, ha raccontato ai giornalisti, di aver sofferto di vertigini e annebbiamento della vista sul podio, aggiungendo di aver attribuito questi malesseri ai postumi del Covid-19, nonostante siano passati molti mesi da quando è stato contagiato.

Mike Elliott, direttore tecnico della Mercedes, ha commentato la situazione, spiegando quanto il caldo sofferto da Hamilton durante il GP d’Ungheria, per qualunque persona possa essere insopportabile: “Immagino che lo abbiate visto in difficoltà sul podio. L’ho visto dopo un’ora e stava meglio, so che poi si è ripreso. Penso che se non sei mai stato vicino a queste macchina, è piuttosto difficile da capire dove i piloti si trovano”.

L’aria passa attraverso la macchina. Considerate che la vettura è molto vicina al suolo e così alla temperatura del terreno, rispetto alla temperatura dell’aria. Pertanto, in gara credo che la temperatura sia arrivata a 40, 50°C, c’era umidità e i piloti sono seduti in un abitacolo dove tutt’attorno non mancano scatole elettriche, parti idrauliche, servosterzo, un’aerea molto calda. Motivo per cui è stata una gara difficile”.

Lewis ha spinto molto in corrispondenza delle due soste, anche alcuni sorpassi che ha fatto erano assolutamente brillanti. Questo prende un sacco di energia, in un abitacolo veramente molto caldo”.

“La maggior parte delle persone come te e me, non sarebbero sopravvissuti cinque minuti lì dentro, figurarsi per un’intera gara. Quindi, non sorprende vedere Lewis così stanco alla fine della gara, ma come ha lui stesso detto ai media, di aver avvertito questa spossatezza maggiormente rispetto a quando era malato di Covid. Quindi, spero che riuscirà a recuperare molto bene. Ora, andrà in vacanza e sono certo che tornerà molto forte, per la seconda metà della stagione”.

ELLIOTT: “LA FORTUNA È TORNATA A NOSTRO FAVORE”

La Formula 1 va in vacanza per qualche settimana, con Lewis Hamilton al comando del campionato iridato piloti, con otto punti di vantaggio su Max Verstappen. Per quanto riguarda il campionato costruttori, Mercedes è in testa con 12 punti di vantaggio sulla Red Bull.

“Penso che sia stato un difficile inizio di stagione, e anche noi ci sentiamo piuttosto stanchi. Ci sentiamo entusiasti e con molta energia dopo le ultime due gare. Il team ha bisogno di una pausa, e sono certo che torneremo più forti, ” ha così aggiunto Elliott.

“Qualche gara fa, probabilmente abbiamo guardato a questo punto e pensavamo, che sarebbe stata davvero dura andare in vacanza, non nella posizione che volevamo in campionato e con una monoposto, che ci faceva sembrare di essere la seconda forza”.

“Ovviamente, nelle ultime due gare abbiamo avuto degli ottimi risultati. La fortuna è tornata a nostro favore e siamo in un’ottima posizione nel campionato. Ma credo che per me, ciò che è davvero incoraggiante è il ritmo che abbiamo dimostrato nelle ultime due gare. In particolare, le qualifiche a Budapest, dalla prima alla seconda manche, abbiamo notato un buon margine. Quella è stata la posizione più forte, che abbiamo ottenuto in questa stagione”.

Il resto della stagione sarà piuttosto dura, prevedo una vera sfida. Credo che sarà una di quelle classiche stagioni di Formula 1. Speriamo di poter vincere, ma credo che sarà fantastico per voi spettatori, da vedere,” ha così aggiunto Elliot in conclusione.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.