2016Curiosità dalla F1

Formula 1, Massimo Rivola: «Motore Ferrari a livello Mercedes»

I campioni in carica vanno spodestati. E’ probabilmente tale e quale a questo il mantra che ripetono ogni giorno gli uomini Ferrari, sui cui capi incombe una pressione ineguagliabile dopo i progressi sfoggiati nel corso del 2015, concretizzati in un avvicinamento alla Mercedes. Tale miglioramento della performance è stato tale da non impensierire seriamente il team tedesco in ottica iridata, ma per mantenere quel vantaggio in vista della prossima stagione, in Mercedes non si deve restare con le mani in mano. Infatti secondo Massimo Rivola, il quale ha ora preso le redini della Ferrari Driver Academy, la scuderia maranellese ha già raggiunto un buon livello e come l’anno scorso il suo punto di forza sarà proprio la power unit.

«I piani per questa stagione –dichiara Rivola-sembrano continuare sulla strada giusta e tutto il mondo sta aspettando un gran campionato per la Ferrari. Per quanto riguarda il livello della power unit, penso che i tecnici abbiano fatto un lavoro eccellente, raggiungendo la Mercedes. Mentre per il telaio speriamo di aver colmato la mancanza di competitività sofferta in passato».

In Ferrari di certo non si vogliono accontentare di vittorie sporadiche come l’anno scorso, pur non rinnegando l’importanza della passata stagione per poter giungere al tanto sospirato livello degli attuali campioni. «Il 2015 è stato senza dubbio un anno che ci ha regalato molte soddisfazioni, con 3 vittorie. E’ anche certo che il 2014 è stato un anno orribile per la Ferrari e fare di peggio sarebbe stato molto difficile, e di fatto quasi impossibile» -ha affermato l’ex direttore sportivo

Topics
Pubblicità

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close