DichiarazioniFormula 1

Massa crede in Sainz

L’ex alfiere Ferrari, vicecampione nel 2008, si aspetta una rapida crescita da parte del pilota iberico nell’anno del debutto in rosso

Secondo Felipe, è affrettato attribuire a Sainz l’etichetta della seconda guida

Due vittorie e undici podi: è questo l’attuale palmares della coppia Ferrari del futuro. In tanti sostengono che la scelta di puntare su Carlos Sainz, tre anni più vecchio di Charles Leclerc con tre stagioni in più sulle spalle, sia stata dettata dalla volontà di affiancare una seconda guida al nuovo pupillo di Maranello. Tesi avvalorata dal fatto che c’erano diverse alternative al pilota iberico, e ben più titolate. Hamilton a parte, in scadenza di contratto c’era anche Daniel Ricciardo, già vincitore di sette gare. 

Il confronto con i compagni di squadra vede Sainz finire in una sostanziale parità. Il figlio d’arte prese paga durante la convivenza con Verstappen, mentre ‘demolì’ il successivo compagno di squadra Daniil Kvyat. In Renault, Sainz fu di nuovo battuto, ad opera di Nico Hulkenberg. Lo spagnolo si è rifatto poi nell’anno in McLaren, dove ha decisamente vinto il confronto col rookie Lando Norris

MASSA ‘TIFA’ SAINZ

Facile ipotizzare che il suo ruolo sia di seconda guida alla corte di Maranello, ma non in tutti la pensano così. Felipe Massa, ad esempio, ha speso parole di elogio per il neo acquisto Ferrari: “Aspettiamo il primo anno per giudicare – ha dichiarato il brasiliano agli spagnoli di ASDi sicuro, Carlos ha grande talento e capacità. La Ferrari non è in un momento facile: non vincono un titolo dal 2008, nonostante con Alonso ci siano andati vicini. Quindi la scelta di puntare su due giovani, in quest’ottica, può essere interessante”.

“Sainz ha già grande esperienza, peraltro. Alla Toro Rosso, tante volte era vicino alle prestazioni di Verstappen. L’anno scorso ha inoltre disputato una stagione di grande valore sulla McLaren. Credo sia il cavallo giusto per la Ferrari. Di sicuro, Carlos dovrà attraversare un periodo di apprendistato, perché la Ferrari non è una squadra facile in cui correre. Hanno la loro mentalità, e quando corri per un team così sei sotto gli occhi del mondo. Ma guardate Leclerc: partiva con l’etichetta del secondo e in pochi mesi si è preso lo scettro di prima guida. Mi aspetto sorprese anche da Sainz, se la Ferrari lo lascerà partire con pari opportunità del compagno di squadra” ha concluso Massa. 

 

Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.