Formula 1

Formula 1 | Marko: “Red Bull 15 milioni di € più poveri” grazie al regolamento 2019

I cambi regolamentari 2019 aumenta i costi della Red Bull di 15 milioni di euro, secondo indiscrezioni dell’advisor Helmut Marko

Giungono altre critiche da parte del dottor Marko. Le nuove regole apportate alla F1 2019, sono state studiate per garantire maggiore spettacolo e concorrenza in pista tra team. I principali punti prevedono ali anteriori più grandi e un disegno areodinamico semplificato, per permettere maggiori sorpassi.

La Red Bull da sempre è stata contraria al cambio regolamentare per la mancanza di dati affidabili e per l’impatto finanziario negativo.

Helmut Marko intervistato da Motorsport.com afferma che le aspettative di una semplificazione del concetto areodinamico sono venute meno, affermando che la Red Bull è già a livello 2018allo standard, al contrario lamenta un danno economico per la scuderia anglo-austriaca siamo più poveri di 15 milioni“.

Abbiamo gli stessi dati [aerodinamici] dell’estate scorsa, ha affermato Marko.Quando arriveremo a Melbourne, probabilmente saremo migliori di così.”

“Ma ora c’è una buona base di discussione tra Mercedes, Ferrari e noi. Siamo d’accordo che i regolamenti non devono essere determinati dai tecnici.
“Non appena i tecnici sono coinvolti, i costi aumentano e tutto diventa complicato.”

Le cose devono essere specificate.

Marko inoltre afferma che il cambio di regole è stato voluto principalmente dalla squadra campione del Mondo “regolamento fatto principalmente per iniziativa di Mercedes”
Continua: “Tutti possono vedere quanto sia difficile per la Mercedes superare quando sono dietro [un’altra macchina]”.

Nonostante le frustrazioni sulla natura dei cambiamenti del 2019, Marko ha affermati che le relazioni politiche della Red Bull con gli altri team e Liberty Media sono più forti di prima.
Oltre a un buon rapporto con Mercedes, Marko ha affermato che “molta simpatia” si è sviluppata tra la Red Bull e la Ferrari dopo la morte del presidente e amministratore delegato Sergio Marchionne la scorsa estate.

Questo potrebbe essere significativo per i team leader di F1, per allinearsi su questioni chiave in vista 2021.

Liberty Media, secondo l’austrico ha raggiunto una fase di stallo con la revisione regolamentare prevista, destinata a comprendere importanti modifiche al modo in cui le squadre ricevono i pagamenti finanziari e le norme tecniche.

Marko ha sottolineato la mancanza di progressi in termini di limiti di budget e regole motoristiche:

“Credo che non decidendo nulla stiamo lentamente raggiungendo una fase critica”, ha detto
“Se io sono Liberty, una società quotata che ha acquisito le sue azioni ad un prezzo molto alto, allora a un certo punto dovrò spiegare ai miei azionisti cosa mi aspetto che sia 2021.
Quali sono le opportunità di guadagno, come continuerà?”

Oscar Vargiu

Giovane architetto con una passione smisurata per la F1 e per tutto il motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio