DichiarazioniFormula 1

Magnussen: “Allenamento intensivo per la stagione 2020”

L’alfiere della Haas cerca la massima prestazione fisica per in mondiale di quest’anno

Il pilota danese si sta impegnando al massimo per superare la settima posizione a cui è ormai abituato

Il pilota Kevin Magnussen della Haas ha dichiarato: “Ho intensificato gli allenamenti, voglio esser al top”. Nella pausa invernale, per soddisfare le crescenti esigenze delle vetture, il danese ha seguito un intenso programma di allenamento.

So che le auto sono sempre più veloci – ha dichiarato in un talk show – e questo pone maggiori esigenze a noi piloti. Quando la stagione inizia, è difficile mantenere la forma fisica. In inverno cerco di accumulare massa muscolare, così posso bilanciare meglio la stagione”.

IL CROLLO HAAS NON DURERA’ COME IN MCLAREN O IN WILLIAMS

Subito dopo la stagione, mi sono preso una pausa da tutto – ha inoltre raccontato il pilota di Roskilde alla stampa danese -. Ero esausto. Ho trovato un buon equilibrio, mi sono rilassato e ho passato un po’ di tempo con gli amici e la famiglia. Inoltre, mi sono allenato duramente“. Nel 2019 la Haas è scesa al nono posto nel campionato costruttori. I problemi di gestione della VF-19 hanno lasciato la scuderia in difficoltà. Una stagione da dimenticare per Magnussen e Romain Grosjean, visti gli errori in pista causati da entrambi i piloti.

IL 2020 SARA’ UNA STAGIONE MIGLIORE PER MAGNUSSEN

“Mi sono concentrato sulla parte tecnica. Quando ci si concentra così tanto su un dettaglio si impara molto. Sono in Formula 1 perché voglio diventare campione del mondo – ha spiegato ancora Magnussen al giornale BT -. Non riesco a immaginare di passare anni a lottare per la settima posizione –  ha continuato -. Se  tra 12 o 15 anni il mio miglior risultato è un secondo posto, non potrò sentirmi orgoglioso“.

LA TRIPLA CORONA DEL MOTOR SPORT

Verrà un momento in cui non avrò più la possibilità di vincere un mondiale in Formula 1 – ha sottolineato il pilota della scuderia di Banbury -. Sogno Le Mans e Daytona, ma la Formula 1 brilla ancora un po’ di più“.
Il ventisettenne danese sogna un traguardo che pochi hanno raggiunto. Il primo grande obiettivo di ogni pilota, però, è quello di battere il suo compagno di squadra. “Mentirei se dicessi che non è vero. Se non riesco a battere Romain, allora le grandi squadre probabilmente non mi guarderanno, vero?“, ha concluso Magnussen.
Ranucci Andrea

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button