Formula 1

Lewis Hamilton: «Vettel e Alonso vogliono contratti da numeri 1!»

lewis-hamilton-sebastian-vettel-fernando-alonso-2015-001

La stagione 2015 di Formula 1 non sarà ricordata tanto per i risultati in pista, ma quanto per l’estenuante soap-opera che vede Lewis Hamilton e la Mercedes in ballo per il rinnovo contrattuale dell’inglese che, a differenza degli altri piloti, ha voluto gestire autonomamente tutte le negoziazioni. Tanti sono stati i rumors che si sono sprecati sulla faccenda, ma nelle ultime ore, ha iniziato a prendere campo l’indiscrezione secondo la quale Hamilton avrebbe richiesto alla Mercedes un trattamento da numero 1 del team, gossip poi smentito da Toto Wolff: «Non è assolutamente vero che abbia fatto richiesta di un contratto da numero 1, forse Vettel ha questa clausola, o Alonso, che lo ha sempre richiesto – ha commentato il due volte Campione del Mondo – Io voglio battere in pista il mio compagno di squadra. Nel paddock, un numero imprecisato di piloti vorrebbero avere un contratto di prima guida, personalmente non è quello che mi interessa».

Grande certezza nei suoi mezzi, parole audaci, che in un certo senso hanno scatenato la risposta di uno dei diretti interessati: «La stampa dice sempre che abbia goduto di un trattamento da primo pilota, ma i fatti dicono altro. In Cina, per esempio, è stato Jenson a correre col diffusore nuovo perché ne avevamo a disposizione solamente uno», ha commentato Fernando Alonso. Tenendo conto dell’attuale situazione della McLaren Honda, una prima o una seconda guida rappresentano un discorso inutile, ma forse, potrebbe essere un punto di discussione per il 2016, quando a Woking sperando di tornare costantemente alla vittoria.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.